Il kongamato

Questo animale straordinario deve la sua fama ad un libro pubblicato nel 1932 di Frank M.Welland, esploratore del periodo, in Zambia, in cui egli descrive questo essere.

Il kongamato č descritto da Welland e da numerosi testimoni come una grande creatura alata priva di peli o penne, con la pelle di colore rossastro oppure completamente nera, con becco appuntito, la sua descrizione ricorda i famosi Pterodattili, dinosauri della fine del periodo Triassico che solcarono i cieli per oltre 65 milioni di anni, oppure puņ ricordare un drago o un pipistrello gigante.

Nel sito qui di seguito una ricostruzione al computer di uno Pterodattilo in volo:

Clicca Qui o sul logo per visionare il filmato.

Si deduce quindi che il Kongamato sia un rettile con un apertura alare di 2 metri od oltre.

I luoghi in cui il Kongamato č stato avvistato sono sud della Zambia, Congo ed Angola, segnalazioni di questo animale sono state fatte nel sud del Texas.

Secondo la leggenda il Kongamato č un carnivoro e si nutre dei cadaveri in putrefazione degli esseri umani non seppelliti abbastanza in profonditą ed č un animale notturno che vive in caverne, esso attaccherebbe spesso gli esseri umani, specialmente i bambini portandoli via in volo con sč.

Di seguito un illustrazione dei Nativi attaccati da un kongamato.

Illustrazione di Bill Rebsamen.

Attenzione: Vietata la riproduzione, anche parziale degli articoli presenti nel sito senza l'autorizzazione del webmaster. Per informazioni scrivere QUI.

Collabora anche tu!

Se hai un articolo scritto da te, di tuo pugno, privo di copia incolla o comunque con l'indicazione della fonte invialo al webmaster che lo esaminera' e potrą pubblicarlo in questo sito. Grazie.

Commenta l'articolo