Pappagallo Cenerino parlante

Un pappagallo cenerino (Psittacus erithacus) che parla ripreso in uno spettacolo televisivo:

Questo spettacolare pappagallo, una femmina di cenerino africano, di nome Einstein ha partecipato ad un concorso denominato TED 2006 con la sua addestratrice Stephanie White, ecco il video

Eccola in un altro spettacolo, nel titolo vi è scritto Alex ma non è Alex, di cui parleremo di seguito, è Einstein.


CURIOSITA' SUI PAPPAGALLI CENERINI.

-Il pappagallo più intelligente del mondo è Alex ed è un Cenerino, questi uccelli possiedono una particolare sensibilità rispetto a tutte le altre specie di pappagalli e sono al secondo posto dopo le Ara come parlatori.

L' addestratrice di Alex Irene Pepperberg, dell'Università dell'Arizona, è convinta che le proprietà cognitive dei cenerini siano superiori a quelle delle scimmie antropoidi e dedica a questo animale fino ad otto ore giornaliere.

Su Alex la Pepperberg ha scritto un libro "The Alex studies: Cognitive and communicative abilities of Gray Parrots".

Alex è stato allevato fin da piccollisimo dall'uomo ,"allo stecco" o"a mano" nel gergo del mondo dei pappagalli, Alex ha più di vent'anni ed il suo comportamento, come per tutti i pappagalli, sarà sempre come quello di un bambino di quattro o cinque anni.

Alex distingue e riconosce oggetti, forme e colori ed è in grado di fare associazioni, è in grado di fare delle richieste specifiche, come di essere portato in un luogo preciso e se non viene accontentato si arrabbia, proprio come un bambino, non ripete solo le parole ma ne capisce il significato. Alex è morto nella sua gabbia alla Brundeis University di Boston all'età di 31 anni l'11 settembre 2007, era affetto da arteriosclerosi.

Video di Alex:


-Visita il sito della fondazione Alex Foundation

IL PAPPAGALLO CENERINO N'Kisi

Londra

N'Kisi, è un altro pappagallo cenerino con un vocabolario di oltre 1000 parole.In grado come Alex di creare associazioni con gli oggetti e le parole.La differenza sostanziale tra Alex e N'Kisi è che a N'Kisi sono state attribuite proprietà telepatiche, una sua capacità molto discussa e sottoposta a studi.

Riporto un articolo de la Repubblica in cui si parla di questa speciale abilità di N'Kisi.

(28 gennaio 2004)

Il pappagallo primo della classe
Non ripete, ma inventa e ricorda

Un cenerino coda rossa di sei anni stupisce gli scienziati
Conosce 950 parole, coniuga verbi, forse ha capacità telepatiche

LONDRA - Possiede un vocabolario di 950 parole, coniuga verbi al passato, presente e futuro, ha un buon senso dell'umorismo, probabilmente capacità telepatiche. Strano? Beh, visto che parliamo di un cenerino coda rossa, cioè di un pappagallo, la cosa senz'altro stupisce. Tanto che la rivista britannica BBC Wildlife Magazine ha dedicato un ampio servizio a N'kisi: questo il nome del volatile che ha sei anni e, originario dell'Africa, è ora di proprietà di un artista newyorkese.

Tanto straordinarie le capacità comunicative del pappagallo che gli esperti si sentono costretti a fare una nuova valutazione della portata della comunicazione tra uomini ed animali. N'kisi insomma riesce a usare le parole nel contesto giusto, a ricordare, a riconoscere, insomma a compiere quelle attività che ne fanno il primo della classe nella materia linguaggio degli esseri umani.

Qualche esempio? N'kisi, in maniera simile ai bambini piccoli, ricorre alla creatività per descrivere nuove idee: gli olii per l'aromaterapia usati dal suo padrone diventano per lui "medicine con odore gradevole".

L'animale riesce anche ad associare persone e oggetti reali con le loro fotografie. Incontrando la famosa primatologa Jane Goodall per la prima volta e avendone soltanto visto una fotografia che la ritraeva assieme a degli scimpanzè, le ha subito chiesto:"Ce l'hai lo scimpanzè?". Goodall ritiene che l'entusiasmo di N'Kisi nell'imparare a comunicare col proprio padrone sia un "esempio straordinario di comunicazione intraspecifica".

Ma le capacità di questo pappagallo non si limitano all'uso del vocabolario: Eleanor O'Hanlon collaboratrice del BBC Wildlife racconta di aver assistito a un esperimento il cui esito poteva solo essere spiegato dalla capacità telepatica dell'animale. Quando N'kisi e il suo padrone sono stati messi in due camere separate il pappagallo è stato in grado di descrivere l'oggetto delle fotografie che l'artista stava osservando con un'accuratezza ben tre volte più alta che se avesse indovinato a caso.

Questi primi risultati sono ancora controversi ma O'Hanlon rivela nel suo articolo che ci sono molti nuovi studi che analizzano la comunicazione tra le specie e che stanno inducendo nuove riflessioni sull'intelligenza degli animali. E, forse, degli esseri umani?

Fonte articolo:repubblica.it

-Visita il sito ufficiale del Progetto N'kisi

-Qui puoi ascoltare la voce di N'kisi con la sua addestatrice Aimee Morgana che insegna all'animale come utilizzare specifici bottoni.

LA STRAGE DI PAPPAGALLI


-Leggi l'articolo sui pappagalli di cattura. Articolo con Video shock su come questi uccelli vengono prelevati dal loro stato di libertà in natura e poi commercializzati.

-Per approfondire l'argomento pappagalli:

-Il mondo del pappagalo cenerino

Riflessione

Acquisto di un pappagallo, articolo tratto da pappagalli.ch

L'acquisto di un pappagallo da compagnia non è una cosa che bisogna prendere alla leggere. E soprattutto non dove essere motivata per un "colpo di fulmine" davanti a una vetrina di un negozio o presso un allevatore. La decisione di acquisto deve essere riflettuta. Dovete poter essere certi che potrete assicurare al vostro uccello delle condizioni di vita perfetta.

E' dunque necessario documentarsi bene sulle specie che corrisponde meglio alla vostra decisione ed evitare acquisti presso negozi o allevatori che dimostrano di sapere poco. I venditori e gli allevatori seri che conoscono bene gli uccelli potranno informarvi con precisione e guidarvi nella scelta di una specie. Purtroppo troppa gente tende a vendere in negozi questi magnifici uccelli solo per scopo di lucro, senza tenere a conto delle loro reali esigenze. Fatevi sempre dare la fattura che attesti l'acquisto, la provenienza e la salute dell'uccello e una dichiarazione di nascita in cattività.

Il mio miglior consiglio è quello di acquistare pappagalli di allevamento e non di cattura. Ormai, se ne trovano di quasi tutte le razze allevate, e bisogna fare il possibile per cercare almeno di ridurre il numero dei pappagalli catturati in natura.

 

Se decidete di acquistare un uccello d'importazione selvatico, voi vi renderete complici dei trafficanti e incoraggerete i prelevamenti selvatici dalla natura. Per 10 uccelli prelevati in natura SOLO UNO sopporta il viaggio !

 

Prima di tutto vorrei farvi visitare questo sito, tradotto in italiano, che descrive non solo i lati positivi, ma anche negativi della detenzione di un psittacidae.

 

bullet

Acquistare un pappagallo - Cacatua (inglese)

bullet

Riflessioni sull'acquisto di un pappagallo

 

L'acquisto di un pappagallo da compagnia non è una cosa che bisogna prendere alla leggere. E soprattutto non dove essere motivata per un "colpo di fulmine" davanti a una vetrina di un negozio o presso un allevatore. La decisione di acquisto deve essere riflettuta. Dovete poter essere certi che potrete assicurare al vostro uccello delle condizioni di vita perfetta.

In primo luogo vi sono delle domande da porsi in tutta sincerità:

 

1. Perché desideriamo un animale ?

2. Che cosa vi aspettate da lui ?

3. Vi siete informati sulle sua abitudini a fondo, di vita e le esigenze dell'animale che desiderate ?

4. Siete consapevoli che vi dovrete prendere del tempo tutti i giorni per anni per governarlo correttamente (compreso ferie) ?

5. Tutti i membri della famiglia o anche il padrone di casa sono d'accordo per la custodia dell'animale ?

6. Siete consapevoli di certi lati negativi che comporta la custodia degli animali, come sudiciume, penne, odore, rumore, mobili rovinati, vicini irritati, ecc.. ?

7. Avete preso in considerazione i costi per il mantenimento dello stesso (mangime, veterinario, ..) ?

 

Inoltre :

bullet

ogni pappagallo ha la propria personalità, che potrebbe non coincidere alle caratteristiche della sua specie

bullet

alcune specie vivono fino a 80 anni

bullet

aver sufficiente spazio per gabbia e trespolo

bullet

aver tempo per pulizia e mantenimento

bullet

possono distruggere oggetti o mobili (special modo in legno)

bullet

sono soggetti a stress perché sopportano male la solitudine e la noia

bullet

le vacanze (chi se ne occupa?)

bullet

sporcano (semi e piume)

bullet

possono gridare molto o fischiare in modo acuto

 

Queste sono tutte riflessioni da fare prima dell'acquisto.

Poiché i pappagalli possiedono una speranza di vita straordinariamente lunga, i possessori devono essere coscienti del fatto che dovranno dividere l'abitazione con loro per diversi decenni e quindi si assumono una responsabilità di lunga durata.

Una volta conosciuto l'impegno, l'acquisto dei pappagalli deve essere ben ponderato.

Non si può tollerare che venga loro inflitta una miserabile vita in una gabbia convenzionale e per di piì senza alcun contatto con altri compagni della stessa specie.

In modo particolare bisogna considerare la questione dei costi, dovuti alla responsabilità di lunga durata e la questione degli inconvenienti menzioni della custodia, prima di decidersi per l'acquisto. Anche le allergie causate dalla loro "polvere" e le possibili trasmissioni di malattie devono essere prese in considerazione.

Condizioni per la custodia degli uccelli:

La tenuta di uccelli quali animali da compagnia (pets) può essere giustificata solo se è limitata alle specie, le cui necessità naturali vengono largamente soddisfate e se le conoscenza di queste esigenze vengono rispettate e ogni giorno praticate con responsabilità.

1. I pappagalli devono provenire da allevamenti indigeni (nati in cattività), conosciuti per una tenuta degli animali conforme alle esigenze della specie e leggi vigenti.

2. Con la custodia in coppie o in gruppi deve essere possibile il contatto sociale illimitato con volatili della medesima specie.

Personalmente a mio modo di vedere, la tenuta singola o quella di coppie che non armonizzano tra loro non è tollerabile.

3. Le voliere devono essere ampie, in modo da poter offrire ai pappagalli uno spazio vitale più conforme possibile alla specie.

 

Bisogna inoltre sapere che di qualsiasi specie di uccello o pappagallo di tratti, tutti hanno bisogno di cure e attenzioni, sia fisiche (mangiare, movimento, ecc..) sia psicologiche !

 

Se non si è più che sicuri ed esperti meglio non tentare di terminare lo svezzamento per questi motivi : ALLEVAMENTO A MANO

I pappagalli venduti nei negozi, nelle mostre e nelle fiere hanno provenienze diverse, e sono esposti al rischio del contagio di malattie perché non tutti i fornitori sono controllati. Vi consigliamo perciò di rivolgervi ad allevamenti seri, che vendono solo piccoli completamente e autonomamente svezzati, e che forniscono un certificato che attesti la visita e le analisi veterinarie risultate negative al momento in cui sono state effettuate. Se vorrete rivolgervi ad un negozio, verificate le condizioni di mantenimento: la pulizia, lo spazio, l'alimentazione. Non comprate da chi espone pappagalli mantenuti male, incatenati ai trespoli, in gabbie sporche e affollate, con il nastro adesivo sulle ali per impedirgli di volare, e da chi vende pappagalli di cattura.

Molti commercianti spesso forniscono informazioni false sull'origine dei pappagalli in vendita, spacciando per riprodotti in cattività dei pappagalli di cattura. Come riconoscere un pappagallo riprodotto in cattività? La marcatura con l'anello o microchip non è obbligatoria per le specie in Allegato CITES B e C, ma la maggior parte degli allevatori applica l'anello ai piccoli che riproducono. Si tratta di un anello inamovibile 'chiuso', senza giunti o saldature, come una fede che riporta un codice. 

Da non confondere con l'anello 'aperto', nel quale è visibile il punto di congiunzione delle estremità, applicato ai pappagalli adulti in seguito al sessaggio o per dimostrare l'avvenuta quarantena successiva all'importazione. Il comportamento non è sempre indicativo. Possono esserci pappagalli di cattura molto docili perché già abituati all'uomo, e pappagalli riprodotti in cattività molto timidi e paurosi perché allevati dai loro genitori e non a mano dall'allevatore. Si consiglia di richiedere la copia della denuncia di nascita del pappagallo che l'allevatore deve presentare al Corpo Forestale entro 10 giorni dalla nascita. Questo documento dovrebbe essere disponibile immediatamente, senza nessun tempo di attesa. Se il commerciante rilascia una Dichiarazione di Vendita ai Fini CITES, nella quale e' indicato il paese di origine si tratta di un pappagallo d'importazione. Se il codice indicato alla voce Fonte è 'W'(Wild) o 'R' (Ranched), si tratta di un pappagallo di cattura.

 

Subito dopo l'acquisto è consigliabile far visitare ed effettuare delle analisi di controllo da un veterinario specializzato. Non fatevi convincere ad acquistare un piccolo non ancora svezzato, nei pappagalli lo svezzamento è un periodo molto delicato sia fisicamente che psicologicamente. Se non si ha una buona esperienza si possono provocare dei gravi danni, e si può anche causare la morte dei piccoli per l'ispirazione del cibo, ustioni al gozzo, infezioni e micosi, o dei seri problemi comportamentali.

 

NON ACQUISTATE UN PAPPAGALLO MALTRATTATO. VERREBBE INEVITABILMENTE SOSTITUITO DAL RIVENDITORE CON UN ALTRO. SE RITENETE CHE LE CONDIZIONI DI VENDITA SIANO INACCETTABILI, INVIATE UN ESPOSTO ALLE AUTORITA' COMPETENTI !


Visita il sito pappagalli.chPappalli.ch


Attenzione: Vietata la riproduzione, anche parziale degli articoli presenti nel sito senza l'autorizzazione del webmaster. Per informazioni scrivere QUI.

Collabora anche tu!

Se hai un articolo scritto da te, di tuo pugno, privo di copia incolla o comunque con l'indicazione della fonte invialo al webmaster che lo esaminera' e potrà pubblicarlo in questo sito. Grazie.

Commenta l'articolo