google.com, pub-5591448374837922, DIRECT, f08c47fec0942fa0

Suicide hill, cavalli al galoppo verso la morte

Ogni anno a Suicide Hill ad est della città di Washington l' Omak Stampede definito anche "rodeo locale" o "la corsa a cavallo più mortale del mondo" è una gara legata alle tradizioni locali fin dal 1980.

La gara dura quattro giorni e quattro notti, la parte della gara più pericolsa è dove i cavalli sono lanciati ad un folle galoppo giù per una collina fortemente in discesa, vedi immagine di seguito, che termina bruscamente in un fiume in cui gli animali devono nuotare furiosamente, dopo il brusco impatto con l'acqua, per far fronte alla corrente che talvolta li porta via, causandone il decesso per affogamento, gli animali devono in seguito affrontare una faticosa e irta salita.

Con regolarità nella gara rimangono uccisi dei cavalli, almeno uno o due ogni anno, alcuni animali muoiono per attacchi cardiaci in seguito allo sforzo fisico, hanno ossa spezzate o tagliate in seguito agli scontri con gli altri cavalli od alle rovinose cadute che spesso avvengono, inevitabilmente.

-I video

Il video di Suicide Hill del 13 agosto 2006:

Omak Suicide Race, video del sito InDefenseofAnimals

La campagna contro Suicide Hill con video, statistiche degli incidenti ed immagini nel sito: paws.org/outreach.

Altri video di Suicide Hill sempre nel sito paws.org .

Curiosità:

Nel periodo invernale la stessa collina è utilizzata dagli sciatori.

Attenzione: Vietata la riproduzione, anche parziale degli articoli presenti nel sito senza l'autorizzazione del webmaster. Per informazioni scrivere QUI.

Collabora anche tu!

Se hai un articolo scritto da te, di tuo pugno, privo di copia incolla o comunque con l'indicazione della fonte invialo al webmaster che lo esaminera' e potrà pubblicarlo in questo sito. Grazie.

Commenta l'articolo