La mattanza dei tonni

La mattanza dei tonni consiste nell'imprigionare i tonni, della specie tonno rosso (Thunnus thinnus), conosciuto anche con il nome di blue finn, pinna blu che si recano in determinati luoghi per riprodursi, a maggio e a giugno, zone conosciute all'uomo, in una tonnara. Questa razza di tonno nota per le sue carni pregiate e costose, adatte ad essere consumate crude.

Il termine mattanza deriva dal termine spagnolo matar.

Cos' la tonnara

La tonnara descritta di seguito fissa.

La tonnara o "mandraga" una rete utilizzata per catturare i tonni, composta da fitti labirinti creati con reti con maglie via via sempre pi spesse, ed ancore galleggianti, posizionate in modo tale da ottenere delle vere e proprie camere subacqueee fino ad punto finale in cui i tonni incontrano la morte arpionati dai tonnarotti stessi, termine con cui sono indicati i partecipanti alla mattanza, tingendo il mare di rosso sangue, nella Camera della morte.

Il Ras, termine che ha origini arabe, il capo dei tonnarotti ed egli decide quando la tonnara pu avere inizio sia durante la stagione che quando si pu dare inizio alla vera e propria mattanza dei tonni.

La particolarit dell'anticamera della morte che essa chiusa da una rete ed il tonno segue il suo istinto e non torna indietro da dove arrivato ma rimane fermo in quel punto mentre altri tonni si comportano nello stesso modo, la rete viene tolta nel momento in cui il numero di tonni viene accettato dal Ras e gli animali si dirigono verso la vera e propria camera della morte, vedi immagine di seguito:

La tonnara rimane in acqua a lungo tempo, per un periodo che in genere raggiunge i due mesi, ed il Ras la ispeziona giornalmente, in tempi moderni sub ispezionano la taglia dei pesci e se vi sono altri pesci che non siano tonni e provvedono al loro allontanamento.

Al grido del Ras " mattanza!", la mattanza ha inizio, i tonni sono sospinti verso l'alto dal fondo mobile in rete di questa camera subacquea manovrato dai tonnarotti, a questo punto i tonni si ritrovano in sempre meno acqua e si dibattono fino allo sfinimento,dopo di che vengono arpionati dai tonnarotti che utilizzano paranchi o uncini in base alle dimensioni dei tonni.

I tonni si dibattono ed il sangue fuoriesce dalle ferite loro inferte mentre i tonnari li caricanosulle imbarcazioni su cui si trovano chiamate "Vasceddi", "Varcazze", "Parascarmi".

Preghiere e canti chiamati scialome accompagnano questo rituale con origini molto antiche.

La tonnara volante

Vi anche la pesca con la tonnara volante o con rete a circuizione o "ciangiolo"segue lo stesso principio della tonnara fissa. Questo tipo di pesca nato negli anni 70. Il 70/80% delle catture di tonno in Italia deriva dalle tonnare volanti.

Il turismo

La tonnara diventata un attrazione turistica in Italia dove vi sono zone in cui si pratica ancora questa mattanza dei tonni, i turisti assistono allo spettacolo della mattanza a bordo di grosse imbarcazioni adibite per il turismo per permettere la visione dello spettacolo solo ed esclusivamente ai turisti. Nel passato la mattanza dei tonni era una fonte economica, spesso vicino alle tonnare vi erano stabilimenti dove lavorare e inscatolare il pesce sul momento.

In Sardegna ed in Sicilia la tonnara ancora praticata.

La mattanza di tonni pu essere definita come l'equivalente della corrida spagnola.

La tonnara una pratica che sta scomparendo in quanto il commercio giapponese, che lavorava a stretto contatto con le tonnare, spesso in loco vi erano rappresentanti giapponesi per scegliere gli esemplari adatti a diventare sushi, piatto tipico giapponese a base di pesce crudo, in quanto gli stessi giapponesi optano per tonni pi grassi, da allevamento da servire durante tutto l'anno. La tonnara ha una durata di circa due mesi e non sufficiente il tonno che dispensa la stessa. Per questo motivo vi sono gabbie di tonni al'ingrasso nei pressi dei luoghi in cui si pratica la mattanza dei tonni.

Il commercio

Il commercio del tonno molto fiorente in Italia ed all'estero, ed il tonno rosso considerato un tonno con carne di alta qualit.

Il commercio del tonno un industria talmente fiorente che sta causando l'estinzione dei tonni stessi che ora sono allevati in modo intensivo.

Durante la mattanza dei tonni spesso i delfini e gli squali possono finire intrappolati nella tonnara, nel passato non era possibile salvarli, ma ora i sommozzatori impediscono la loro morte.

In italia vi la pratica di colpire a morte i tonni con un tubo riempito con del piombo.

I tonno sono a rischio estinzione nel mediteranneo?

12/6/2007 -

Il tonno rosso ormai al collasso, quasi 15.000 tonnellate di tonno pescate nel 2007, ma l'Unione Europea invece di intervenire aumenta le quote di cattura

I Ministri della Pesca europei riuniti a Lussemburgo hanno legittimato il saccheggio del tonno rosso nel Mediterraneo. Le misure di gestione sottoscritte confermano che ancora una volta gli interessi economici a breve termine hanno prevalso sulle misure di conservazione che avrebbero salvato la specie dall'estinzione commerciale.

La pesca di tonno nel Mediterraneo e nell'Atlantico Orientale si sta infatti avvicinando rapidamente al limite di 15.000 tonnellate che gli scienziati dell'ICCAT (Commissione Internazionale per la Conservazione del Tonno Atlantico) hanno ammonito di non superare se si vuole salvare la specie dal collasso commerciale. Il WWF stima che siano gi state pescate circa 14.800 tonnellate di tonno da quando la stagione di pesca 2007 cominciata, e i Ministri europei hanno sottoscritto misure che quasi raddoppiano l'attuale quota concessa alle flotte dell'Unione Europea, portandola dalle 9.398 tonnellate previste per il 2007, fino a 16.780 tonnellate. Di conseguenza sale a 29.500 tonnellate la quota totale di tonno che consentito pescare nell'Atlantico Orientale e nel Mediterraneo.

"A seguito delle decisioni prese in sede europea dai Ministri della pesca, l'idea di una gestione sostenibile delle riserve ittiche europee diventa una farsa" denuncia il WWF. Gli scienziati avevano anche avvertito che per assicurare la ripresa della specie sarebbe stato necessario aumentare a 30 kg la taglia minima del tonno rosso pescabile, ma i Ministri europei hanno posticipato qualunque misura significativa su questo aspetto. Il WWF ribadisce il suo appello all'UE perch chiuda immediatamente la pesca e cerchi cos di evitare l'estinzione commerciale della specie.

"Sotto ogni punto di vista, l'UE sta fallendo nel suo mandato di gestire in maniera sostenibile lo sfruttamento di questa delicata risorsa - continua il WWF - Al punto in cui siamo, soltanto una chiusura immediata della pesca potrebbe dare la speranza di salvare la specie dal collasso".

Fonte:beta.wwf.it

La bruta verit che si cela dietro la pesca al tonno:

Il video mostra la pesca del tonno, tonni destinati al fiorente commercio Giapponese del sushi o tonni destinati agli stabilimenti che producono tonno in scatola?

In entrambi i casi il tonno deve essere completamente dissanguato perch la carne deve essere rosa, un tipo di pesca cruenta e dolorosa per gli animali che la subiscono.

Nel video il foro in fronte praticato ai tonni effettuato per poter inserire una sonda metallica lungo il corpo dell'animale per poterlo immobilizzare evitando che lo stesso si dimeni ferendo l'equipaggio e ferendo se stesso, in seguito privato di coda e branchie e congelato.

-Visita il blog di Greenpeace, in inglese.

Attenzione: Vietata la riproduzione, anche parziale degli articoli presenti nel sito senza l'autorizzazione del webmaster. Per informazioni scrivere QUI.

Collabora anche tu!

Se hai un articolo scritto da te, di tuo pugno, privo di copia incolla o comunque con l'indicazione della fonte invialo al webmaster che lo esaminera' e potr pubblicarlo in questo sito. Grazie.

Commenta l'articolo