Elefantessa incinta morta in India

Elefantessa incinta morta in India.

La notizia che sta facendo il giro del web accusa gli esseri umani di essere creature alquanto crudeli, forse i più crudeli del mondo e riguarda un elefantessa incinta che dopo aver ingoiato un ananas o forse un altro frutto che le è esploso in bocca a causa dei petardi contenuti al suo interno perde la vita insieme al suo cucciolo concepito da poco.

L'animale era incinta di appena un mese e mancavano circa 18/20 mesi al parto.

Il fatto è avvenuto in India il 27 maggio 2020 e le immagini che si vedono nel web ritraggono il pachiderma in piedi nell'acqua del fiume Velliyar a Kerala dove muore a causa delle dolorose ferite subite dopo essere sfuggita in acqua alla probabile ricerca di refrigerio attendendo l'arrivo della morte per lei e per il suo piccolo, avvenuta a causa della mancanza di cibo di cui non riusciva più a nutrirsi.

Elefantessa agonizzante India

Il 23 maggio 2020 è stato individuato questo pachiderma ferito da circa due giorni con la lingua distrutta e le ossa della bocca fratturate dallo scoppio dell'ordigno artigianale, l'animale non si è fatto avvicinare dalla guardia forestale e dal veterinario fuggendo, due giorni dopo è stata rinvenuta agonizzante nel fiume dove è rimasta fino alla morte.

Le guardie forestali tra cui Samuel Pachau, guardia forestale del Silent Valley National Park, hanno tentato di portarla fuori dall'acqua grazie a due elefanti addestrati alla cattività ma senza ottenere alcun risultato, l'animale è perito durante questi tentativi di salvataggio.

In India è contro la cultura locale dare del cibo agli elefanti infatti è stata immediatamente aperta un inchiesta, in queste zone del mondo la povertà regna sovrana e le risorse alimentari determinano la vita o la morte della popolazione locale e l'ananas o altro frutto riempito di petardi non era destinato all'elefantessa.

L'arma rudimentale creata forse con un ananas o un altro frutto dolce e dei petardi non era destinata ad essere utilizzato come mezzo per fare del male agli elefanti, era destinato ai cinghiali che purtroppo sono una piaga in quelle zone in quanto devastano intere piantagioni compromettendo i raccolti, ma l'elefantessa se ne è nutrita ignara della disgrazia a cui andava incontro.

Il metodo dell'ananas ed altri frutti pieni di petardi è un metodo crudele anche se utilizzato su cinghiali ma si tratta di zone del mondo che non sono purtroppo come quelle occidentali ed i mezzi a disposizione di queste popolazioni non sono paragonabili ai mezzi più moderni anche privi di sofferenza animale delle zone occidentali.

Gli abitanti di Kerala ma anche nei villaggi limitrofi spesso lasciano intorno alle loro abitazioni ananas ma anche altri tipi di frutta trasformati in questo tipo di arma letale proprio per eliminare i cinghiali, l'inchiesta aperta dallo stato dell'India è anche in merito al divieto di utilizzare in futuro questa tipologia di mezzi artigianali.

Nella costituzione indiana è previsto pieno rispetto per tutti gli esseri viventi, cosa che la guardia forestale ricorda in un Twitter chiedendo aiuto per poter individuare come è avvenuto l'incidente all'elefantessa ed eventuali colpevoli in quanto non si può escludere la possibile dolosità del gesto nei confronti dell'animale, qualcuno potrebbe aver intenzionalmente dato un frutto di questo tipo al pachiderma.

Artisti dal tutto il mondo stanno rendendo omaggio all'elefantessa ed al suo piccolo mai nato effettuando dei disegni in suo onore, l'animale probabilmente diventerà un nuovo simbolo del maltrattamento animale.

Di seguito un video della notizia dell'elefantessa:


Attenzione: Vietata la riproduzione, anche parziale degli articoli presenti nel sito senza l'autorizzazione del webmaster. Per informazioni scrivere QUI.

Collabora anche tu!

Se hai un articolo scritto da te, di tuo pugno, privo di copia incolla o comunque con l'indicazione della fonte invialo al webmaster che lo esaminera' e potrà pubblicarlo in questo sito. Grazie.

Commenta l'articolo