Il Piccolo Popolo

Camminando nel bosco talvolta un fruscio, un ramo spezzato, una luce apparsa all'improvviso possono essere rumori o visioni causati dal Piccolo Popolo e non da animali del bosco.
Gnomi, elfi, orchi, troll, fate, folletti, streghe, unicorni, draghi, ondine, spiriti del bosco, esseri che appiano spesso simili ai Gargoyles.
Scrittori e registi famosi hanno creato libri e film di successo, la trilogia piu' conosciuta e' la trilogia del Signore degli anelli di Tolkien, in cui i protagonisti sono appunto esseri del bosco, hobbit, fate, stregoni, alberi parlanti e tanti altri personaggi.
Questo insieme di creature magiche e misteriose viene denominato dai britannici Fairies.
Nel folklore britannico troviamo il termine Fayriland che indica il mondo delle creature dette Fairies, ovvero il mondo del piccolo popolo, e questo mondo si estende dalla Gran Bretagna, Cornovaglia, Galles, Irlanda, Isola di Mann, Scozia ed accomuna tutti questi paesi esistono guide per visitare i posti in cui ci sono stati avvistamenti.

Nelle credenze popolari talvolta i fairies compiono incursioni nel nostro mondo, ci sono due categorie di fairies, gli elfi della luce ovvero le forze del bene che non sono pericolosi per gli uomini e ci sono gli elfi dell'oscurita' che sono pericolosi per l'uomo e sono creature mostruose, come alcuni folletti (detti Goblins) o come il fantomatico mostro di Nuckelavee.
Si narra che Fairyland, la citta' nascosta del piccolo popolo, sia celata sotto i cosiddetti Brugh, o colline fatate ed e' un luogo inaccessibile per gli esseri umani, in cui il tempo scorre molto lentamente e solo su invito da parte di un fairies stesso vi si può accedere, ma può portare alla morte la visione di questo luogo.
Si narra che ci siano porte per entrare a Fairyland sparse per il mondo che si aprono solo una volta ogni generazione o anche piu' raramente, una porta si troverebbe anche in Italia sul lago Maggiore ad Arona celata all'occhio umano, la quale si apre una sola volta in un secolo.
Di seguito una descrizione di alcuni folletti buoni o cattivi che fanno parte di Fairyland.

Folletti

-In Inghilterra i Brownie o brunetti abitano nei cespugli di biancospino e sono alti dai venti ai sessanta cm con carnagione scura, pelle raggrinzita si presentano nudi o vestiti di stracci marroni, amano terminare i lavori lasciati incompiuti dagli uomini in cambio di latte, miele o crema, non amano essere criticati per il loro operato, diventano permalosi e possono fare scherzi cattivi.

-I Pixes fanno parte dei folletti Buoni, sono burloni e si dilettano nel far smarrire la strada ai viaggiatori, una soluzione per i viandanti e' d'indossare la giacca al contrario.

-Nell'sola di Man, Inghilterra vivono i Bugnane, che possono cambiare forma e trasformarsi in vitelli neri o cavalli, nella loro forma originale le orecchie o gli zoccoli sono da cavallo.

-Il BWCA e' un folletto gallese alto circa cinquanta cm con un lungo naso, socievole e servizievole, e' permaloso e se offeso diventa dispettoso.

-In Irlanda il Cluricauno e'un folletto alto circa trenta cm sovrappeso che conosce il segreto della fabbricazione del whisky.

-Il Dukko e' un folletto alto cinquanta cm dal colore della pelle biancastro, capelli lunghi ondulati ma inquieto, sempre di origine irlandese.

-Il Dullahan sempre di origine irlandese invece e' un presagio di morte, di aspetto raccapricciante senza testa (che di solito tiene sotto al braccio), e guida una carrozza nera trainata da cavalli anch'essi senza testa.

-Il Pooka fa parte dei Goblins ed e' quindi crudele e assume sembianze di animali solitamente di un cane, un aquila, un cavallo o un toro, per spaventare le persone.

-Sempre della famiglia dei Goblins troviamo il Fir Larrig, folleto con una falce che usa per allontanare gli umani che invadono il suo territorio, indossa uncappello rosso sangue(sangue degli umani?)e' un folletto solitario.

-Video di un lepreachaun folletto buono che fa parte del folklore irlandese, Articolo con Video di un Leprechau in Alabama..continua QUI

-Leggi l'articolo con la descrizione dei più famosi folletti italiani, tra cui il noto Muniacello.

Le Fate

Solo persone predisposte possono vedere le fate, il loro aspetto può essere etereo, corporeo, mezzo etereo o mezzo corporeo o possono essere composte di nubi condensate.
Esse possono essere buone o cattive, si dice che siano angeli, anime sospese oppure esseri di un altro mondo o di un'altra dimensione.
Le fate sono presenti in tutto il mondo con nomi differenti.

Il caso più famoso sulle fate è quello delle fate fotogratate nel bosco di Cottingley, Yorkshire da due bambine e su cui Sir Arthur Conan Doyle(1852-1930) scrisse un libro....continua QUI

Gli Elfi

-Gli Elfi sono entità intermedie fra l'uomo e gli dei, sono abitatori della luce e dell'aria e li troviamo nei fiori, nelle piante e nell'acqua.
Possono essere anch'essi sia buoni che cattivi, belli e brutti, possono essere dispettosi, spietati. Hanno poteri magici, prevedono il futuro e sono immortali.

Unicorni

Gli Unicorni invece sono i cavalli degli elfi con un corno nella fronte.
Per secoli sono stati venduti corni di rinoceronte o narvallo spacciandoli per corni di unicorni.
La leggenda degli unicorni risale all'antica Grecia in cui erano presenti i pegasi, cavalli alati.All'unicorno si attribuiscono poteri magici e misteriosi, purezza e saggezza, si narrava che per catturarlo si necessitasse di una Vergine.
Negli antichi arazzi l'unicorno era simbolo di Nobiltà.


Draghi

 

I Draghi(draghi in Tibet?) ed il Drago conservato in formaldeide a Londra.... anch'essi fanno parte del piccolo popolo, cacciati per secoli ricordano gli antichi rettili, assomigliano a grosse lucertole o dinosauri e specialmente in Tibet e in Cina si parla ancora oggi di queste fantomatiche creature e talvolta si dice che siano stati avvistati ancora in vita, si narra che abbiano poteri magici e che siano in grado di comandare gli eventi atmosferici.

Banshee

Sempre nel folklore irlandese troviamo Banshee una creatura che si presenta in tre vesti:
donna giovane, nobile matrona, vecchia megera e'un presagio di morte, indossa un mantello grigio, un velo o un sudario.

La Merrow

La Merrow invece, detta donna del mare, e' bellissima ed intreccia relazioni ed arriva a sposarsi con gli umani, da cui si differenzia dalle donne umane per i piedi palmati, appartiene al popolo del mare (in cui sono presenti vari personaggi legati al folklore popolare), spesso però abbandona i mariti per ritornare nel suo paese sotto le onde detto Tir fo Thainn.

Attenzione: Vietata la riproduzione, anche parziale degli articoli presenti nel sito senza l'autorizzazione del webmaster. Per informazioni scrivere QUI.

Collabora anche tu!

Se hai un articolo scritto da te, di tuo pugno, privo di copia incolla o comunque con l'indicazione della fonte invialo al webmaster che lo esaminera' e potrà pubblicarlo in questo sito. Grazie.

Commenta l'articolo