CreatureStrane creature terrestri

Mari Lwyd la Giumenta Grigia scheletrica in Galles

3 Min. lettura

Mari Lwyd la Giumenta Grigia in Galles

In Galles, Regno Unito, in occasione della festività natalizia è probabile incontrare un teschio di cavallo, reale o riprodotto con palline di Natale o pezzi di vetro nelle orbite aggirarsi sorretto da un palo. La mascella del teschio di cavallo è lasciata in grado di muoversi anche per creare sinistri schiocchi. Il corpo della Giumenta è costituito da un lenzuolo o da un sacco bianco che nasconde l’uomo, talvolta vestito da donna, che sorregge il palo e fiori, campanelli e nastri la ricoprono. Questo cavallo scheletrico quasi demoniaco rappresenta Mari Lwyd la Giumenta Grigia del Natale.

Le zone del Galles dove questa tradizione era più radicata sono Glamorgan e Gwent.

Il significato del nome Mari Lwyd

Il significato del nome Mari Lwyd trova due traduzioni: mari potrebbe derivare dal termine gallese mare, ovvero cavallo oppure da Vergine Maria. A causa della controversa assegnazione di una traduzione unanime non è chiaro se questo rito sia di origini pagane, quindi derivante dai riti legati alla fertitilà, oppure sia di origine religiosa quindi legato alla Vergine Maria. Spesso musica di violini accompagna la presenza di Mari Lwyd nelle sue apparizioni.

Mari Lwyd la Giumenta Grigia
Mari Lwyd foto di R. demonio, CC BY-SA 3.0, via Wikimedia Commons

Si tratta di un usanza risalente all’800 che fa parte del Wassailing, un’usanza dove bussando alla porta delle abitazioni si ottiene qualcosa. Mari Lwyd infatti si attiene alla tradizione del Wassailing bussando alle porte delle case e intonando poesie e canzoni per ottenere dolciumi da chi vi abita. Però la risposta da dare a Mari Lwyd doveva essere in rima tra insulti e versi poetici, in caso di risposta inesatta la Giumenta Grigia entrava nelle abitazioni chiedendo da bere agli abitanti. La risposta da dare a Mari Lwyd è nota come pwnco.

Il termine Wassailing indica fondamentalmente un saluto “W’s h u’l”. Si tratta di un invito alla giovialità e a “bere qualcosa” tutti insieme e con la risposta  “Drinc h’l“ tradotto in italiano significa “bere ed essere sani“ .

Mari Lwyd appare le notti tra Natale e Capodanno aggirandosi per i villaggi gallesi e donando fertitilità agli alberi di mele. La Giumenta Grigia è aiutata da spiriti incantati e dalla forza delle persone, tra cui i contadini, che la sostengono pregando e cantando. In alcune località del Galles un carro con un albero di mele rappresenta il tesoro di Mari Lwyd, che la probabile divinità equina benedice.

Conclusioni:

Probabilmente questo curioso rituale è un usanza per incentivare la fertilità delle piante da frutta e dei raccolti e la prosperità nelle abitazioni che visita. Non è certo se questa sorta di rituale sia collegato al Samhain, il Capodanno Celtico, ma si tratta di un’ipotesi plausibile.

Il cavallo era nel Medioevo un animale molto prezioso e utile nella vita quotidiana. Quindi la Giumenta Grigia poteva rappresentare anche questo: l’importanza dei cavalli considerati animali sacri e regali. In alcuni villaggi del sud del Galles la tradizione di Mari Lwid è ancora viva ma a partire dagli anni 60 pare stia scomparendo.

La tradizione di Mari Lwyd è stata praticata e tenuta in vita in altre zone del mondo come Stati Uniti d’America.

Ai giorni nostri quando Mari Lwyd viene rappresentata, ad esempio a Carnevale o nella festività di Halloween, è una giumenta moderna adornata con luci a led con occhi decorazioni luminose.

Epona, la Giumenta Divina

Forse non è un caso che Mari Lwyd ricordi Epona la Giumenta Divina, una Dea celtica che proteggeva i cavalli e donava la fertilità, quindi la vita, l’abbondanza e la fortuna. Epona non è un cavallo, come la Giumenta Grigia, ma una donna che cavalca all’amazzone un cavallo ovvero la donna ha entrambe le gambe su un fianco dell’animale.

Di seguito il video sul canale YouTube di ChupacabraMania.com

Di seguito un video sul tradizionale riguardo il rito di Mari Wynd su YouTube.

Curiosità:

Il cavallo scheletrico Mari Lwyd è diventato noto grazie ad un apparizione in un famoso videogioco: Assassin’s Creed: Valhalla.

Di seguito la citazione di Mari Lwyd nel videogioco in un video su YouTube:

Il video sul canale YouTube di ChupaCabraMania: le strane creature italiane

Approfondimenti:

Leggi l’articolo del sito riguardo un altra figura inquietante del Natale, il Krampus, il demone che rapisce i bambini a San Nicola.

Visita la sezione del sito sulle Strane Creature in Italia e nel mondo.

567 articoli

About author
Il sito web che gestisce Di Cuonzo Erika si chiama ChupaCabraMania è un sito in cui ella raccoglie informazioni principalmente sul mostro sudamericano Chupacabra ed è stato creato per gioco nel 2006. Data la sua passione per il gli animali, tra cui le strane creature del mondo, l'interesse per il mondo del paranormale, ufo, alieni e varie curiosità Erika ha arricchito il sito con questi temi. Erika ha scritto un ebook nel 2005 sul chupacabra: chupacabra creatura mitologica o reale? La mia email è erikadik@tiscali.it
Articles
Articoli correlati
CreatureStrane creature terrestri

Jólakötturinn il gatto gigante del Natale Islandese

2 Min. lettura
Jólakötturinn il gatto nero gigante del Natale islandese. A differenza dei gatti normali Jólakötturinn va alla ricerca di esseri umani di cui cibarsi. Le vittime di Jólakötturinn sono le persone che non hanno indossato nulla di nuovo a Natale.
CreatureCreature misteriose lacustriLe creature italiane

Coccodrillo avvistato ad Alvignanello, è il mostro?

1 Min. lettura
Coccodrillo avvistato ad Alvignanello, è il mostro? Nel 2019 è stato avvistato e fotografato da un pescatore un simil coccodrillo con aculei retrattili sul capo e che deambulava sulle zampe posteriori in posizione eretta alto 4 o 5 metri. Si tratta del mostro di Alvignanello che da anni si aggira in queli luoghi?
CreatureStrane creature terrestri

Krampus demone che rapisce bambini a San Nicola

3 Min. lettura
I Krampus I Krampus sono demoni crudeli che rapiscono i bambini nella notte di San Nicola il 5 dicembre.Si aggirano per il paese con fruste e campanacci