Animali straniCuriosità

Pappagallo Cenerino parlante

3 Min. lettura

Pappagallo Cenerino parlante

Un pappagallo cenerino (Psittacus erithacus) che parla ripreso in uno spettacolo televisivo.

Questo spettacolare pappagallo, una femmina di cenerino africano, di nome Einstein ha partecipato ad un concorso. Il conorso è denominato TED 2006 con la sua addestratrice Stephanie White.

Curiosità sui pappagalli cenerini parlanti.

Il pappagallo definito il più intelligente del mondo era Alex ed è un Cenerino.

Questi uccelli possiedono una particolare sensibilità rispetto a tutte le altre specie di pappagalli e sono al secondo posto dopo i pappagalli di razza ara come parlatori.

L’ addestratrice di Alex Irene Pepperberg, dell’Università dell’Arizona, è convinta che le proprietà cognitive dei cenerini siano superiori a quelle delle scimmie antropoidi. La donna dedicava a questo animale fino ad otto ore giornaliere.

Sul pappagallo Alex l’addestratrice Irene Pepperberg ha scritto un libro “The Alex studies: Cognitive and communicative abilities of Gray Parrots”.

Alex è stato allevato fin da piccolisimo dall’uomo ,“allo stecco” o“a mano” nel gergo del mondo dei pappagalli. Il pappagallo Alex all’età di vent’anni aveva un comportamento, come per tutti i pappagalli, come quello di un bambino di quattro o cinque anni.

Alex durante gli studi che lo interessavano era in grado di distinguere e riconosce oggetti, forme e colori. Nella sua vita Alex era in grado di creare associazioni ed era in grado anche di fare delle richieste specifiche. Alex sapeva chiedere di essere portato in un luogo preciso e se non era accontentato si arrabbiava.

Il pappagallo cenerino Alex era proprio come un bambino, non ripeteva solo le parole ma ne capiva il significato.

Alex è morto nella sua gabbia alla Brundeis University di Boston all’età di 31 anni l’11 settembre 2007. Ed era affetto da arteriosclerosi.

Visita il sito della fondazione Alex Foundation

Pappagallo Cenerino parlante Alex

Il pappagallo cenerino N’Kisi.

Londra

N’Kisi, è un altro pappagallo cenerino con un vocabolario di oltre 1000 parole. In grado come Alex di creare associazioni con gli oggetti e le parole. La differenza sostanziale tra Alex e N’Kisi è che a N’Kisi sono state attribuite proprietà telepatiche, una sua capacità molto discussa e sottoposta a studi.

Riporto un articolo de la Repubblica in cui si parla di questa speciale abilità di N’Kisi.

28 gennaio 2004

Un cenerino coda rossa di sei anni stupisce gli scienziatI. Conosce 950 parole, coniuga verbi, forse ha capacità telepatiche.

Il pappagallo primo della classe. Non ripete, ma inventa e ricorda

Londra il pappagallo cenerino parlante N’kisi.

Possiede un vocabolario di 950 parole, coniuga verbi al passato, presente e futuro, ha un buon senso dell’umorismo, probabilmente capacità telepatiche.

Strano? Beh, visto che parliamo di un cenerino coda rossa, cioè di un pappagallo, la cosa senz’altro stupisce.

Tanto che la rivista britannica BBC Wildlife Magazine ha dedicato un ampio servizio a N’kisi: questo il nome del volatile che ha sei anni e, originario dell’Africa, è ora di proprietà di un artista newyorkese.

Tanto straordinarie le capacità comunicative del pappagallo che gli esperti si sentono costretti a fare una nuova valutazione della portata della comunicazione tra uomini ed animali.

N’kisi insomma riesce a usare le parole nel contesto giusto, a ricordare, a riconoscere, insomma a compiere quelle attività che ne fanno il primo della classe nella materia linguaggio degli esseri umani.

Qualche esempio?

N’kisi, in maniera simile ai bambini piccoli, ricorre alla creatività per descrivere nuove idee: gli olii per l’aromaterapia usati dal suo padrone diventano per lui “medicine con odore gradevole“.

L’animale riesce anche ad associare persone e oggetti reali con le loro fotografie.

Incontrando la famosa primatologa Jane Goodall per la prima volta e avendone soltanto visto una fotografia che la ritraeva assieme a degli scimpanzè, le ha subito chiesto: “Ce l’hai lo scimpanzè?”.

Goodall ritiene che l’entusiasmo di N’Kisi nell’imparare a comunicare col proprio padrone sia un “esempio straordinario di comunicazione intraspecifica”.

Gli esperimenti con N’kisi

Ma le capacità di questo pappagallo non si limitano all’uso del vocabolario:

Eleanor O’Hanlon collaboratrice del BBC Wildlife racconta di aver assistito a un esperimento il cui esito poteva solo essere spiegato dalla capacità telepatica dell’animale.

Quando N’kisi e il suo padrone sono stati messi in due camere separate il pappagallo è stato in grado di descrivere l’oggetto delle fotografie che l’artista stava osservando con un’accuratezza ben tre volte più alta che se avesse indovinato a caso.

Questi primi risultati sono ancora controversi ma O’Hanlon rivela nel suo articolo che ci sono molti nuovi studi che analizzano la comunicazione tra le specie e che stanno inducendo nuove riflessioni sull’intelligenza degli animali.

E, forse, degli esseri umani?

Fonte articolo:

repubblica.it

-Visita il sito ufficiale del Progetto N’kisi

-Qui puoi ascoltare la voce di N’kisicon la sua addestatrice Aimee Morgana che insegna all’animale come utilizzare specifici bottoni.

Curiosità:

Pappagalli buffi divertenti e pazzi.

Nel seguente video Normann Barret si esibisce nel suo spettacolo da circo con dei deliziosi pappagallini ondulati. Snowball, pappagallo ballerino, che balla “black or withe” ed altre canzoni di Michael Jackson

Fonte immagine di anteprima dell’articolo: 

Foto di karolyn83 da Pixabay
462 articoli

About author
Il sito web che gestisce Di Cuonzo Erika si chiama ChupaCabraMania è un sito in cui ella raccoglie informazioni principalmente sul mostro sudamericano Chupacabra ed è stato creato per gioco nel 2006. Data la sua passione per il gli animali, tra cui le strane creature del mondo, l'interesse per il mondo del paranormale, ufo, alieni e varie curiosità Erika ha arricchito il sito con questi temi. Erika ha scritto un ebook nel 2005 sul chupacabra: chupacabra creatura mitologica o reale? La mia email è erikadik@tiscali.it
Articles
Articoli correlati
CuriositàI luoghi misteriosi e le scoperte più strane nel mondo

Le dita dell'uomo morto fungo inquietante.

1 Min. lettura
Le dita dell’uomo morto, fungo inquietante lo “xylaria polymorpha” Il fungo denominato “xylaria polymorpha” è un fungo chiamato anche “Le dita dell’uomo morto”
CuriositàI luoghi misteriosi e le scoperte più strane nel mondo

Scheletri giganti rinvenuti nel mondo ed in Italia.

6 Min. lettura
Scheletri giganti rinvenuti nel mondo ed in Italia. Il mistero. Nel mondo ed anche in Italia spesso si sente nominare l’esistenza di scheletri giganti appartenuti forse a persone del passati di notevoli dimensioni.
CuriositàI luoghi misteriosi e le scoperte più strane nel mondo

Argimusco Stonehenge siciliana

2 Min. lettura
L’Argimusco e i megaliti più grandi d’Europa Come la famosa Stonehenge inglese anche l’altopiano dell’Argimusco è un complesso monolitico, di rocce. Il sito delle rocce rupestri dell’Agrimusco è stato chiamato ” Stonehenge siciliana”.