CuriositàI luoghi misteriosi e le scoperte più strane nel mondoLe creature italiane

La leggenda del lago di Carezza in Alto Adige

1 Min. lettura

La leggenda del lago di Carezza in Alto Adige

Il “Lago dell’Arcobaleno” tradotto nel dialetto locale, il ladino, “Lec de Ergobando” è il lago di Carezza. Il lago di Carezza si trova nelle Dolomiti a 1520 metri di altezza nella Val d’Ega del comune di Nova Levante ed è un magnifico lago dai colori dell’arcobaleno, la sua massima profondità è di 22 metri ma varia molto in base alle stagioni. La sensazione che regala a chi lo guarda è quella di un laghetto incastonato nella roccia perché è alimentato da fonti sotterranee quindi visivamente non si vedono immissari nel lago . Il lago di Carezza è noto anche come lago delle Favole delle Dolomiti.

La leggenda del lago di Carezza

La leggenda del lago di Carezza
Il lago di Carezza. Foto di laurazzz1999 da Pixabay

La leggenda che avvolge questo lago dai colori arcobaleno narra che i colori così particolari siano dovuti a dei gioielli lanciati sul fondo del lago da parte di un Mago: Masarè. Il mago Masarè si era innamorato di una bellissima sirenetta, oppure ninfa in base a chi racconta la leggenda, che abitava in questo lago.

Il mago si era innamorato della sirena ma non poteva mostrarsi a lei nei suoi veri abiti per cui Masarè si rivolse alla strega Lanwerda che viveva nei pressi del lago di Carezza. La strega diede un consiglio al mago di vestirsi da qualcosa che potesse attirare l’attenzione della sirena senza farlo però scoprire: da venditore di gioielli. Al mago la strega suggerì di impressionare la sua amata con la creazione di un arcobaleno utilizzando i gioielli. L’arcobaleno doveva collegare Latemar e il Catinaccio due bellissime vette delle Dolomiti che si possono vedere rispecchiate nel lago di Carezza.

La leggenda del lago di Carezza
Mille colori. Foto di Rachealmarie da Pixabay

Il mago Masarè entusiasiasta dell’idea suggerita dalla strega costruì un magnifico arcobaleno che la sirenetta vide. Purtroppo il mago fu scoperto dalla sirena in quanto non si era travestito da venditore di gioielli. La sirena per questo motivo scomparve nella profondità del lago senza mai più mostrarsi a nessuno. In un momento di rabbia il mago gettò nel lago tutti i gioielli e l’arcobaleno faticosamente costruito. Secondo la leggenda da questo gesto rabbioso sono nati i colori dell’arcobaleno caratteristici del lago di Carezza.

Un sentiero circonda il lago dell’Arcobaleno e permette ai turisti di ammirarlo nella sua bellezza.

Approfondimenti:

Visita la sezione del sito sui Misteri in Italia e nel mondo

669 articoli

About author
Il sito web che gestisce Di Cuonzo Erika si chiama ChupaCabraMania è un sito in cui ella raccoglie informazioni principalmente sul mostro sudamericano Chupacabra ed è stato creato per gioco nel 2006. Data la sua passione per il gli animali, tra cui le strane creature del mondo, l'interesse per il mondo del paranormale, ufo, alieni e varie curiosità Erika ha arricchito il sito con questi temi. Erika ha scritto un ebook nel 2005 sul chupacabra: chupacabra creatura mitologica o reale? La mia email è erikadik@tiscali.it
Articles
Articoli correlati
CuriositàParanormaleTutto sul mondo animale

La leggenda Maneki Neko statuina a forma di gatto

1 Min. lettura
La leggenda Maneki Neko statuina a forma di gatto portafortuna giapponese.
CuriositàTutto sul mondo animale

Muezza la gatta di Maometto, la leggenda

2 Min. lettura
Muezza la gatta di Maometto, la leggenda.
CuriositàIl Mondo del ParanormaleTutto sul mondo animale

La leggenda del salice piangente e i gattini in Polonia

1 Min. lettura
La leggenda del salice e dei gattini in Polonia.