I MisteriParanormale

Mistero dell’isola di Roanoke

2 Min. lettura

Lungo la costa della Carolina del Nord vi era una colonia inglese fondata nel XVI secolo, presso l’isola di Roanoke, che in seguito per motivi storici divenne una colonia per schiavi liberati.

Quest’isola ora è un sito archeologico con una storia da raccontare.

Roanoke isola

L’isola era soggetta a bruschi cambiamenti climatici, il clima era mite e soleggiato con un aspetto verdeggiante in estate, mentre in inverno forti burrache si abbattevano sulle coste impedendo agli isolani di poter gestire in modo corretto il loro sostentamento.

Proprio per la probabile mancanza di cibo nell’isola il Capitano William Irish il 7 marzo 1589 decise di andare in loco a portare del sostentamento agli abitanti dell’isola di Roanoke.

Quando il suo equipaggio sbarcò sull’isola dei 117 isolani non vi era più alcuna traccia, le abitazioni erano andate in rovina ma con ancora gli effetti personali di chi le aveva abitate al loro interno, gli abitanti avevano protetto l’insediamento con un alta palizzata ma non vi erano tracce di combattimenti al suo interno nè tantomeno vi erano tombe o corpi di persone sull’isola.

Setacciando lìintera isola un unica parola incisa su di un tronco dell’enorme palizzata “CROATOAN” diede adito alle più svariate ipotesi sulla scomparsa improvvisa degli abitanti dell’isola di Roanoke.

La parola Croatoan poteva essere il nome di un altra isola nelle vicinanze in cui potevano essersi trasferiti gli isolani, alcune persone asseriscono che solo la parola CRO era stata incisa su quel tronco, altre testimonianze invece narrano che il Capitano William Irish non riuscì a perlustrare tutta l’isola a causa delle avverse condizioni climatiche che constrinsero la nave ad abbandonare l’isola molto in fretta.

Le ricerche dei coloni si protarsero fino 1607 anche se oltre ai coloni molti avventurieri. anche da luoghi lontani. cercavano un ipotetico tesoro nascosto nell’isola.

Le teorie più accreditate sono quella dell’effettivo trasferimento della colonia in un luogo meno avverso, la possibile morte della popolazione dovuta alla siccità, i coloni che si unirono di loro spontanea volontà alle popolazioni indigene nei dintorni dell’isola, un uragano che ha spazzato via tutti oppure l’uccisione da parte dei nativi con la sepoltura effettuata in un altro luogo.

Per gli ufologi invece potrebbero essere stati rapiti in massa dagli extra terrestri, un’ abduction (rapimento) di massa oppure un passaggio interdimensionale che ha “spostato”gli uomini un altra dimensione.

Curiosità:

-Nel film “Vanishing on 7 street” in cui un giorno quasi tutti gli abitanti della terra spariscono nel nulla rapiti da un entità non precisata, uno dei protagonisti, un superstite, fa riferimento all’isola di Roanoke raccontando di come siano misteriosamente scomparsi i suoi abitanti lasciando solo la scritta CROATOAN.

-Anche la leggenda del triangolo delle Bermude ha origine da misteriore sparizioni di velivoli e navi in un determinato punto chiamato appunto “triangolo delle Bermude”.

-Un treno merci nella tratta Damasco ad Aleppo scompare nel nulla con tutto il personale e passeggeri nel dicembre del 1958.

-Altri due treni merci partiti da Truro, in Cornovaglia, e diretti a Grimsby scompaiono nel nulla senza lasciare traccia nel febbraio del 1966.

In campo militare spesso scompaiono nel nulla persone come piloti o militari stessi, velivoli come aerei e navi sia per trasporto militare che di persone o cose.

Articolo scritto dal webmaster del sito.

Articoli correlati
ParanormalePersonaggi

Rosemary la sensitiva italiana

1 Min. lettura
Maria Rosa Laboragine conosciuta come Rosemary è una nota sensitiva italiana che risiede a Montegrotto Terme, Padova.
I MisteriParanormale

Quadri ed oggetti maledetti posseduti

3 Min. lettura
Quadri maledetti, posseduti? Il mondo del paranormale è un mondo molto vasto in cui si possono trovare numerosi oggetti posseduti dalle bambole, agli oggetti più comuni alle navi fantasma e ci sono anche dei quadri posseduti che osservandoli a lungo in diverse occasioni cambiano il loro aspetto.
I MisteriParanormale

Okiku la bambola a cui crescono i capelli

1 Min. lettura
Nel 1918 alla bambina di due anni Okiku fu regalata una bambola dal fratello diciassettenne Eikichi Suzuki acquistata in un negozio di oggettistica da regalo.