Denunciano che ci sono "chupacabras" nei campi cileni

Nella foto Doña Flor e le sue galline morte.

15/02/2007

In diversi punti rurali del paese sono stati riportati attacchi della creatura, senza che sia stato svelato il mistero che li accompagna.

Il mitico "Chupacabras" è tornato nuovamente a fare notizia in Cile uccidendo le galline in un recinto in una località del litorale centrale del paese, mentre in una città del sud un contadino assicura di aver visto vagare nel suo giardino il misterioso predatore.

"Chupacabras" è il nome di un mito contemporaneo che attacca animali di diverse specie in differenti zone rurali o agricole in cui si allevi bestiame, e si dice che viva in Messico, Porto Rico, in alcune zone degli Stati Uniti e in parecchi paesi del Sudamerica.

Secondo le versioni, "il Chupacabras" ha attaccato ieri nel porto di San Antonio, a 108 chilometri a sud-ovest di Santiago, in cui ha ucciso in un recinto tutte le galline, i cui corpi sono stati trovati con un foro nel collo e assolutamente privi di sangue.

Flor Vásquez, di 73 anni, ha dichiarato alla polizia che non poteva credere allo spettacolo presentatosi nel recinto di casa sua:

"Tutte le galline erano morte, dissanguate, ma l'animale che lo ha fatto non ha mangiato le mie galline, il ché è molto strano", ha affermato.

Una delle figlie di Flor, che non ha voluto essere identificata, ha assicurato che durante tutta la notte ha udito l'abbaiare dei cani ed anche se è aumentato in alcune occasioni "non ho avvertito nulla di anormale", ha affermato.

Sua madre ha detto che nel recinto ha trovato delle impronte molto strane, con soltanto tre dita, due in avanti e il terzo indietro.

Fonte:diariohoy.net

Attenzione: Vietata la riproduzione, anche parziale degli articoli presenti nel sito senza l'autorizzazione del webmaster. Per informazioni scrivere QUI.

Collabora anche tu!

Se hai un articolo scritto da te, di tuo pugno, privo di copia incolla o comunque con l'indicazione della fonte invialo al webmaster che lo esaminera' e potrà pubblicarlo in questo sito. Grazie.

Commenta l'articolo