ParanormalePersonaggi

L’ipotesi sul caso di Carla Moran abusata da entità.

2 Min. lettura

L’ipotesi sul caso di Carla Moran abusata da entità.

Articolo scritto da Manrico Landi

California.

Le possibili spiegazioni scientifiche e razionali su quanto è accaduto alla cittadina americana a Carla Moran.

Carla Moran è stata vittima nel 1975 di ripetuti abusi sessuali ad opera di misteriose entità invisibili ad occhio nudo. E che lasciavano un insopportabile odore di zolfo dopo ogni attacco. La donna sposata con tre figli tenterà di mantenere l’anonimato cambiando nome in Doris Bither, Doris Donner e Doris McGowan. Carla Moran viveva a Culver City, California.

L'ipotesi sul caso di Carla Moran

Una foto di Carla Moran tratta dal web.

Nel 1975 qualcosa di invisibile la colpì al volto ed alle spalle. Questo è il primo di numerosi avvenimenti di questo tipo che avverrano sempre di notte. La donna faticava a credere a quello che le stava succedendo e subito credeva si trattasse di un suo problema psichico fino a quando non fu stuprata e picchiata a sangue da questa entità. La donna sveniva in seguito alle aggressioni  e chiamò aiuto. Cure psichiatriche infruttuose non le furono d’aiuto.

Infine l’entità iniziò a parlare con voce cupa e simile ad un ringhio. 

Usa.

Dalla vicenda personale di Carla Moran è stato tratto  un famoso film dell’orrore.

ENTITY del 1981 Usa.

Lipotesi sul caso di Carla Moran

Locandina del film Entity tratta dal web.

Una spiegazione può essere la seguente:

il caso rientrava nell’ambito di ricerche ed esperimenti condotti dagli scienziati americani sulle armi psicotroniche.  Le quali impiegavano probabilmente le stesse metodologie utilizzate per realizzare il famoso Esperimento Philadelphia.

L’esperimento Philadelphia.

United States Navy

L’esperimento Philadelphia è stato effettuato nel 1943 dal’ United States Navy. In piena seconda guerra mondiale. Lo scopo dell’espimento militare era quello di ottenere l’invisibilità totale di radar ed ottica delle navi statunitensi.

Ma l’esperimento sfuggì di mano. Provocando enormi danni. A causa di un quantitativo eccessivo di energia impiegata nella prova durante il tentativo del teletrasporto dell’ imbarcazione utilizzata nell’esperimento. Le conseguenze furono disastrose per l’equipaggio imbarcato.

Magia e satanismo?

Un’ulteriore spiegazione del fenomeno Carla Moran considera anche tecniche e rituali di carattere magico e satanico. Si tratta di tecniche aventi lo scopo di entrare in contatto con intelligenze “non umane”. Al fine di servirsene poi contro possibili avversari. Ed è possibile che sia stata inavvertitamente aperta una Porta o Stargate interdimensionale.

Dalla quale tali misteriose entità potrebbero essere passate per poi aggredire, non si sa per quali motivi, quella povera donna.

Tali creature sono invisibili all’occhio umano, forse per una questione di Sfasamento Viviso. Sono in grado di transitare dalla loro dimensione spazio – temporale alla nostra. E possono entrare ed uscire da quel passaggio quando vogliono.

E forse, anche l’odore di zolfo è un effetto dovuto a questo fenomeno.

L’ipotesi sul caso di Carla Moran

Con ogni probabilità, c’è un collegamento energetico geografico. Il collegamento è simile alle correnti magnetiche che collegano tra loro i vari punti del nostro pianeta. Un collegamento tra il luogo dove avvenivano questi esperimenti segreti del governo americano e quello dove la Signora Moran subiva le violenze sessuali.

Prova ne è il fatto che quando lei si è allontanata dalla città dove risiedeva, tali fenomeni sono dapprima calati, e poi cessati.

Le autorità americane, si sono disinteressate ( o almeno così sembra ), del caso in oggetto. Presumibilmente perchè avevano strinto anche con queste entità extradimensionali, il patto scellerato.

Patto che allo stesso modo  era stato stipulato con gli alieni  sia i grigi, che gli annunaky, cioè i nasuti di holloman. Per cui esse avrebbero collaborato con il governo USA. Ma a patto che a loro venisse lasciata, per così dire, libertà di divertirsi.

Ed a farne le spese, è stata la povera Carla Moran.

Articolo scritto da Manrico Landi

Approfondimenti:

Visita la sezione del sito su ufo, alieni ed abduction.

478 articoli

About author
Il sito web che gestisce Di Cuonzo Erika si chiama ChupaCabraMania è un sito in cui ella raccoglie informazioni principalmente sul mostro sudamericano Chupacabra ed è stato creato per gioco nel 2006. Data la sua passione per il gli animali, tra cui le strane creature del mondo, l'interesse per il mondo del paranormale, ufo, alieni e varie curiosità Erika ha arricchito il sito con questi temi. Erika ha scritto un ebook nel 2005 sul chupacabra: chupacabra creatura mitologica o reale? La mia email è erikadik@tiscali.it
Articles
Articoli correlati
CuriositàParanormale

La leggenda delle cascate del Bucamante, Modena

2 Min. lettura
La leggenda delle cascate del Bucamante, Modena. La tragica storia d’amore tra Titino e Odina e le cascate del Bucamante nell’appennino modenese a Serramazzoni, Modena.
Il Mondo del ParanormaleParanormale

Il mistero dei bambini dagli occhi neri

2 Min. lettura
I bambini dagli occhi neri sono una leggenda legata al mondo del paranormale. La leggenda vuole che sia possibile incontrare lungo la propria strada dei strani bambini con un età compresa tra i sei e i sedici anni.
I luoghi misteriosi e le scoperte più strane nel mondoParanormale

La casa dalle cento finestre a Modena

2 Min. lettura
La casa dalle cento finestre a Modena. In Italia in Emilia Romagna a Modena vi è una leggenda molto nota su una villa nel modenese