Le creature italianeStrane creature e criptozoologia

Il mostro di Lochness? In Calabria

2 Min. lettura

Servizio antibufala:non può essere vero

18/7/2005

Leggenda metropolitana, trovata pubblicitaria o verità?

Quello che sta succedendo sul lago Ampollino, in Calabria, è davvero insolito.

 

Di seguito un immagine del lago Ampollino, Calabria

Da qualche giorno decine di persone sostano armate di cannocchiali sulla sponda del lago. “Ci hanno segnalato una specie di mostro di Lochness“, dice a Tgcom il sindaco di Cotronei, Franco Pellegrino.

Ma Paolo Attivissimo del Servizio antibufala risponde: “Non può essere vero”.

“In realtà – precisa il sindaco Pellegrino – al momento non sappiamo precisamente nemmeno come ha avuto origine questa notizia. Dicono che c’è stato un avvistamento da parte di un uomo del posto martedì all’alba. Poi la voce si è diffusa in tutta la zona e da allora sul posto c’è un via vai di curiosi e giornalisti, tutti armati di macchina fotografica e videocamera. Forse sperano di riuscire a fotografare il mostro, o qualunque altra cosa ci sia nel lago”.

Mostro, grosso pesce, coccodrillo. Le ipotesi si rincorrono. “Io sono stato sul posto sabato mattina – conferma il sindaco -. C’era tanta gente che parlava dell’avvistamento. Per ora l’unica cosa sicura che possiamo dire è che il lago, che è artificiale e contribuisce all’alimentazione della centrale elettrica, è abitato da trote e carpe. Forse quella persona non ha visto altro che una grossa carpa e poi il suo racconto, passando di bocca in bocca, è stato ingigantito fino a creare il mostro. Oppure, e questa è una ipotesi delle ultime ore, nel lago c’è un coccodrillo”.

Un alligatore nel lago Ampollino? Come è possibile?

Facile a dirsi. “Potrebbe avercelo buttato qualcuno. Proprio questa mattina – dice Franco Pelegrino -, mentre discutevamo con alcuni colleghi, mi è stato detto che un coccodrillo sarebbe stato rubato da un circo nei pressi del lago. Forse il ladro ha pensato bene di disfarsene buttandolo in acqua”.

Un’ipotesi fantasiosa, frutto di voci non controllate? Il responsabile del Servizio antibufala, Paolo Attivissimo, non ha dubbi: “Suvvia – dice -, siamo seri: quella di un mostro nel lago Ampollino è un’ipotesi veramente improbabile. Prima di saltare a conclusioni affrettate, meglio muoversi con cautela. Per esempio: qualcuno ha parlato con l’avvistatore? Che cosa ha raccontato quest’ultimo, cosa ha visto? Esiste davvero questo individuo oppure stiamo assistendo semplicemente al diffondersi di voci senza fondamento? Le leggende metropolitane nascono proprio così, e proprio per questo vanno verificate”.

“Qui tutti insistono sulla presenza di un mostro – continua Paolo Altissimo -. Allora qualcuno mi spieghi come potrebbe vivere un essere così grande in un lago come l’Ampollino, di cosa si nutre, come c’è arrivato. Di sicuro non è caduto dal cielo! Ma forse anche qui siamo in presenza della classica leggenda metropolitana del pesce siluro, che infesterebbe corsi d’acqua e laghetti divorando tutto ciò che gli passa accanto, pescatori compresi”.

Bufala, pesce siluro, mostro o coccodrillo che sia, il risultato non cambia. “E’ chiaro che su queste cose bisogna muoversi con i piedi di piombo – dice il sindaco Pellegrino -. In ogni caso, un po’ per esigenze di sicurezza e un po’ per tranquillizzare la popolazione, nelle prossime ore terremo una riunione in Comune per discutere la vicenda. In quell’occasione faremo il punto della situazione con i carabinieri, anche per verificare l’ipotesi coccodrillo”.

“E’ vero che potrebbe essere tutto falso – conclude Pellegrino -. Ma la notizia si sta diffondendo in fretta e ha già oltrepassato i confini regionali. Sul posto si stanno radunando tante persone. Inoltre, sul lago in questo periodo sono in ritiro molti calciatori di squadre importanti. Noi non siamo sicuri che le segnalazioni giunteci siano vere, però riteniamo che sia meglio fare qualche verifica. Come dire: meglio essere prudenti oggi per evitare problemi domani”.

Tamara Ferrari

Fonte:tgcom

453 articoli

About author
Il sito web che gestisce Di Cuonzo Erika si chiama ChupaCabraMania è un sito in cui ella raccoglie informazioni principalmente sul mostro sudamericano Chupacabra ed è stato creato per gioco nel 2006. Data la sua passione per il gli animali, tra cui le strane creature del mondo, l'interesse per il mondo del paranormale, ufo, alieni e varie curiosità Erika ha arricchito il sito con questi temi. Erika ha scritto un ebook nel 2005 sul chupacabra: chupacabra creatura mitologica o reale? La mia email è erikadik@tiscali.it
Articles
Articoli correlati
Creature misteriose lacustriLe creature italianeStrane creature e criptozoologia

Uomo nutria presente in Italia?

2 Min. lettura
L’uomo nutria o nutria man. E’ stata letteralmente creata una nuova creatura mitologica nella bassa modenese.
Le creature italianeStrane creature e criptozoologia

I lupunari o lupi mannari siciliani

2 Min. lettura
I lupunari o lupi mannari siciliani sono figure sospese tra mito o realtà nella terra di Sicilia.Testimoni affermano di aver visto i lupunari di persona oppure attaccare il loro bestiame.
Creature misteriose lacustriLe creature italianeStrane creature e criptozoologia

U Sugghiu mostro siciliano spaventoso

1 Min. lettura
U Sugghiu mostro siciliano U Sugghiu è una creatura mitologica o reale delle terre della…