Creature misteriose marineStrane creature e criptozoologia

Scoperto lo yeti marino nel Pacifico

1 Min. lettura

Scoperto lo yeti marino nel Pacifico

Incrocio fra granchio e aragosta.

Scoperto lo yeti marino

Scoperto lo yeti marino immagine tratta dal web.

Unico nella sua categoria.

20 marzo 2006

Un’animale a metà tra un granchio e un’aragosta, con le chele ricoperte di lunghi peli bianchi.

E’ quello che si è presentato agli occhi di un gruppo di biologi marini statunitensi lo scorso anno. Mentre osservavano i fondali marini nel Sud del Pacifico a 2.300 metri di profondità e a qualche chilometro di distanza dall’Isola di Pasqua hanno incontrato lo yeti marino.

Unico nella sua categoria.

La scoperta è particolare perché questa volta il crostaceo è talmente unico da aver diritto addirittura a una famiglia tassonomica tutta sua. Sebbene ogni anno vengano classificate numerose nuove specie marine questa scoperta è particolare.

Secondo le analisi genetiche, condotte da Michel Segonzac dell’Istituto Francese per l’Esplorazione del Mare (Ifremer), il Dna dell’animale è così particolare da non poter essere accomunato con nessuna altra specie conosciuta.

La famiglia è stata chiamata Kiwaida, in onore di Kiwa, la divinità dei crostacei secondo la mitologia polinesiana.

Scoperto lo yeti marino nel Pacifico

E’ cieco come una talpa.

L’altra particolarità della Kiwa hirsuta – come è stata chiamata – è quella essere completamente cieca. Gli scienziati sospettano che riesca ad orientarsi grazie proprio alle setole delle sue chele.

Ancora però non è completamente chiara la funzione di questi grossi peli. Qualcuno ritiene che  i peli possano servire a coltivare batteri di cui l’animale si potrebbe nutrire.

In alternativa fa qualche pasto più luculliano. Visto che Segonzac ha osservato la Kiwa hirsuta combattere con due granchi per assicurarsi un pezzo di gustosissimo gamberetto.

Fonte:

Focus

Curiosità:

Visita la sezione del sito strane creature e criptozoologia.

Le creature strane e mitologiche Marine, avvistate nei mari del mondo. L’oar Fish, un pesce lungo 11 metri. Il pesce remo avvistato anche in Italia. Il Trunko. Le sirene ed altre creature.

530 articoli

About author
Il sito web che gestisce Di Cuonzo Erika si chiama ChupaCabraMania è un sito in cui ella raccoglie informazioni principalmente sul mostro sudamericano Chupacabra ed è stato creato per gioco nel 2006. Data la sua passione per il gli animali, tra cui le strane creature del mondo, l'interesse per il mondo del paranormale, ufo, alieni e varie curiosità Erika ha arricchito il sito con questi temi. Erika ha scritto un ebook nel 2005 sul chupacabra: chupacabra creatura mitologica o reale? La mia email è erikadik@tiscali.it
Articles
Articoli correlati
Le creature italianeStrane creature e criptozoologiaStrane creature terrestri

Buon Natale con i Lupi Mannari dell'Irpinia

3 Min. lettura
Buon Natale con i lupi mannari dell’Irpinia. In Irpinia, in Provinicia di Avellino, vi è la radicata credenza che questa zona territoriale sia luogo di presenza di Lupi Mannari.
Creature misteriose marineStrane creature e criptozoologia

I polpi sono alieni non creature terrestri...in teoria

2 Min. lettura
I polpi sono alieni non creature terrestri? Secondo una strana teoria di un team di scienziati i polpi sarebbero di origine extraterrestre
Strane creature e criptozoologiaStrane creature terrestri

La leggendaria bestia di Bray Road, Usa

2 Min. lettura
La leggendaria bestia di Bray Road, Usa. Avvistata La creatura o mostro rientra nella criptozoologia, ovvero tra gli animali sconosciuti.