I MisteriParanormale

Okiku la bambola maledetta a cui crescono i capelli

1 Min. lettura

Okiku la bambola maledetta a cui crescono i capelli

Bambola Okiko

In Giappone le bambole sono chiamate Ningyo ovvero Nin che significa persona e Gyo forma, a forma di persona.

Le bambole giapponesi sono collegate alla credenza che le bambole siano dotate di anima propria. Si dice che siano in grado di proteggere i bambini. Vi è anche una festa onore delle bambole il 3 marzo di ogni anno ed è chiamata Hina Matsuri “Festa delle bambole”o “Festa delle bambine”

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è bambola-giapponese-1024x682.jpg

Bambola giapponese, foto illustrativa. Foto di 11342830 da Pixabay

Nel 1918 alla bambina di due anni Okiku fu regalata una bambola dal fratello diciassettenne Eikichi Suzuki acquistata in un negozio di oggettistica da regalo.

Okiku si affezionò molto alla bambola dagli occhi neri come la pece dandole il suo nome,la bambola indossava un kimono rosso e bianco e la bimba ci giocava molto.

Okiku la bambola maledetta a cui crescono i capelli

Nel gennaio del 1919 la bambina morì a causa di una polmonite e fu cremat.

Al funerale di Okiku la famiglia pensò di mettere la bambola nella bara, si narra che la stessa bambina espresse quel desiderio per poter giocare con la sua bambola nell’aldilà.

Ma si dimenticarono di provvedere a questo gesto e posizionarono la bambola sulla bara su di un piccolo altare vicino alla foto della bimba in memoria di Okiku.

In Giappone questo tipo di altare li ritroviamo nelle loro abitazioni.

La bambola Okiku, alta 40 centimetri iniziò a subire uno strano cambiamento:

i suoi capelli neri crescevano a vista d’occhio e la famiglia con stupore li tagliò per vederli ricrescere in seguito.

Furono effettuate analisi del DNA non confermate sui capelli di Okiko che sembra appartengano effettivamente ad un essere umano.

Secondo la famiglia l’anima della loro bambina vive nella bambola e se ne presero cura fino al 1938 quando fu donata ad un tempio.

Il tempio di Mannenji nella città di Iwamizawa si trova ad Hokkaido. Un sacerdote posizionò Okiku in una teca, dove è possibile visionare ancora oggi la bambola. Il sacerdote si prende cura di Okiku e dei suoi capelli. I capelli della bambola crescono fino a 25 centimetri ma lui li taglia regolarmente.

Curiosità

Di seguito un video della “Festa delle bambole” o “Festa delle bambine” Hina Matsuri. La festa si svolge in Giappone il 3 marzo.

 

Leggi gli articoli sulle altre bambole possedute su chupacabramania:

Bambole ed oggetti posseduti.

530 articoli

About author
Il sito web che gestisce Di Cuonzo Erika si chiama ChupaCabraMania è un sito in cui ella raccoglie informazioni principalmente sul mostro sudamericano Chupacabra ed è stato creato per gioco nel 2006. Data la sua passione per il gli animali, tra cui le strane creature del mondo, l'interesse per il mondo del paranormale, ufo, alieni e varie curiosità Erika ha arricchito il sito con questi temi. Erika ha scritto un ebook nel 2005 sul chupacabra: chupacabra creatura mitologica o reale? La mia email è erikadik@tiscali.it
Articles
Articoli correlati
ParanormaleUfo ed alieni, abduction

Il Vaticano e gli incontri con alieni del Papa Buono

3 Min. lettura
Il Vaticano e gli incontri con alieni del Papa Buono, “Papa Giovanni XXIII” L’incontro tra Il Papa e un alieno umanoide.
I luoghi misteriosi e le scoperte più strane nel mondoParanormale

La Piligrèna e Halloween in Romagna, Italia

3 Min. lettura
Molto prima della nota ai più festività di Halloween durante la festa di Ognissanti in Romagna era usanza sistemare candele in zone poco illuminate note come Crocicchi ed anche all’interno di zucche e cocomeri di diverse dimensioni. In questa festa di origine cristiana tutti i Santi noti sono onorati. Lo scopo della luce era quello di tenere lontana la Pellegrina sopratutto dai bambini.
Le creature italianeParanormaleStrane creature e criptozoologiaStrane creature terrestri

Il Re dei folletti è il Mazapégul in Romagna, Italia

2 Min. lettura
Il Re dei folletti è il Mazapégul in Romagna, Italia Il folletto Mazapégul è il re dei folletti ma è anche un molestatore di donne in Romagna.