ChupacabraCuriosità sul chupacabra

Il cucciolo di chupacabra: racconto per bambini

4 Min. lettura

Il cucciolo di chupacabra: racconto per bambini.

ChupaCabraMania presenta :

Il cucciolo di chupacabra è un racconto di fantasia per bambini. E’ una storia su un incontro speciale con un chupacabra buono.

Di seguito: Il cucciolo di chupacabra. Racconto per bambini.

C’era una volta, non tanto tempo fa un bambino con i capelli ricci e gli occhi grandi.

Immagine di un bambino. Foto di Bessi da Pixabay

Si chiamava Matteo e viveva in una bella casetta nel bosco con mamma e papà.

Vivevano un po’ isolati ma a questa bella famiglia piaceva così.

Una casa nel bosco. Foto di Igor Yastrebov da Pixabay

I genitori di Matteo avevano anche degli animali da allevamento come capre, cavalli e galline.

Cavalli nel recinto. Foto di ckayasim da Pixabay
Una capra con un pulcino. Foto di katkaZV da Pixabay

Il bosco.

Il bosco era verde e ricco di grandi alberi e si sentivano uccellini e di potevano vedere tanti animaletti.

Nel bosco si potevano incontrare :daini, cinghiali, merli, ricci, istrici e tanti tipi di uccelli.

Animali nel bosco. Foto di cocoparisienne da Pixabay
Daini Foto di Dominik Rheinheimer da Pixabay

Matteo si divertiva molto a camminare nel bosco ma sempre vicino a casa.

Impronte. Foto di Samantha Good da Pixabay

Il cucciolo di chupacabra: racconto per bambini con voce narrante

Matteo giocava a cercare le impronte degli animaletti e sperava sempre di incontrane qualcuno, a volte succedeva!

Un pomeriggio,erano le cinque, Matteo era a passeggio nel bosco dietro la sua casetta e sentì un rumore strano. Gli sembrava di sentire qualcosa nel bosco che si muoveva, poco lontano da lui. Invece di scappare aguzzò la vista. e notò una strana sagoma che cercava di stare immobile tra gli alberi.

Ma cosa poteva essere? Un daino? Un orso? Un cinghiale?

Daino nel bosco. Foto di cocoparisienne da Pixabay

No, non era nulla di tutto questo. La creatura non gli faceva per niente paura e Matteo si avvicinò lentamente per non spaventarla.

Una volta lì vicino Matteo capì che l’animale era ancora immobile, forse convinto che il bambino non lo vedesse. Matteo a sette anni ci vedeva ancora molto bene. Infatti riconobbe subito l’animale come un Chupacabra, forse un cucciolo?

Il Chupacabra, la descrizione.

Ma non era un chupacabra come quelli di cui parlavano in internet in realtà era quasi carino.

Sembrava un piccolo di dinosauro con gli occhi rossi ma sembrava buono.

Con la sua linguetta corta e biforcuta sembrava innocuo, sembrava adatta a succhiare nettare dai fiori, non a fare del male. Non era grande questo chupacabra era grande come un cagnolino di media taglia.

Il cucciolo di chupacabra
Dinosauro illustrazione. Foto di Abdessamad Salmoun jlali da Pixabay

Matteo fece un fischio, basso per non spaventare il chupacabra, forse era un cucciolo? Sicuramente lo era, al fischio del bambino si avvicinò immediatamente a lui.

Sulla sua schiena gli aculei così tanto descritti erano davvero presenti. Tuttavia il cucciolo di chupacabra li appiattì sulla sua schiena, e non erano più visibili.

Il piccolo di chupacabra camminava in posizione eretta e si avvicinò a Matteo molto velocemente, fece due metri con un unico balzo. Sembrava un canguro senza pelo, con le squame.

Canguri illustrazione. Foto di UnifiArt da Pixabay

Il cucciolo di chupacabra: racconto per bambini con voce narrante

Matteo non ebbe paura e si fece avvicinare, il piccolo animale annusò la sua mano e strusciò la sua testa lisciea leccandolo con la lingua bifoorcuta. La lingua da serpente regalò a Matteo una sensazione strana ma non paurosa.

Al bambino venne in mente di avere in tasca una merendina e la scartò offrendola alla strana creatura che aveva di fronte.

Il chupacabra accettò la merendina e la mangiò in un lampo, molto, molto volentieri.

Snack. Foto di Vicki Hamilton da Pixabay

La nascita di una nuova amicizia.

In quel preciso momento nacque un amicizia.

Stretta di mano. Foto di OpenClipart-Vectors da Pixabay

Ad un certo punto una voce interruppe la conoscenza tra il piccolo chupacabra e Matteo, la voce del padre del bambino.

“ Ma dove sei Matteo? Vieni che è pronta la cena!”

Uomo a tavola. Foto di Alexandra_Koch da Pixabay

Nel momento in cui Matteo si girò il piccolo chupacabra era scomparso. Passarono diversi minuti in cui Matteo non riusciva a muoversi perchè sembrava immobilizzato da una strana forza.

Una voce nella sua testa gli disse: Ci rivedremo ho tanto da insegnarti”

Matteo capì subito che si trattava della voce della strana creatura che aveva avvicinato, ed ebbe un moto di paura. La creatura, il chupacabra, aveva parlato con lui telepaticamente.

Bambino in fuga. Foto di OpenClipart-Vectors da Pixabay

Non devi aver paura di me bambino, io sono il chupacabra, io sono tutto, sono l’universo e il tuo Dio”.

E immobile Matteo lo rivide, su un albero, sembrava volasse e spiccò un enorme balzo verso il cielo scomparendo alla sua vista. La sensazione di essere immobilizzato svanì all’istante.


Albero. Foto di jplenio da Pixabay

Il bambino corse a casa e passando davanti al recinto dei cani li vide, immobili, in un angolo a guaire.

Cane illustrazione. Foto di OpenClipart-Vectors da Pixabay

“ I cani hanno avuto paura del mio nuovo amico, io no, spero di rivederlo presto” esclamò Matteo ad alta voce.

Matteo andò a cena e guardò i suoi genitori. Quindi rispose alla voce nuovamente nella sua testa:

“Si, chupacabra, verrò con te, quando vuoi partiremo insieme e mi insegnerai tutto ciò che sai”

Ma la famiglia?

Il chupacabra gli disse: “Tranquillo staranno bene i tuoi genitori e sapranno che stai bene…”

Poi il silenzio, un grande sorriso illuminava il volto di Matteo. Era pronto per la GRANDE CONOSCENZA DELL’UNIVERSO. Doveva solo aspettare un pochino, non sapeva quanto tempo.

Ma la pazienza è la virtù dei forti.

Una volta a letto aprì il suo tablet e scrisse nel motore di ricerca:“chupacabra”.

Trovò un sito di una ragazza, una certa Erika Di Cuonzo. Sembrava un po’ una ricercatriche da poltrona ma l’avrebbe contattata…si subito. Magari avrebbe avuto piacere di fare la conoscenza di Matteo ed ascoltare la sua strana avventura.

Il sito si chiamava: ChupaCabraMania, tutto sul Chupacabra e tanto altro. Sicuramente lei lo avrebbe ascoltato e la conoscenza avrebbe cominciato a espandersi.

Bambino e tablet. Foto di Gemma Moll da Pixabay

Matteo era un bambino di 7 anni, Erika una donna di 40 ma il chupacabra non guarda all’età.

..continua…

Di seguito il racconto di ChupaCabraMania.com sul canale YouTube del sito

530 articoli

About author
Il sito web che gestisce Di Cuonzo Erika si chiama ChupaCabraMania è un sito in cui ella raccoglie informazioni principalmente sul mostro sudamericano Chupacabra ed è stato creato per gioco nel 2006. Data la sua passione per il gli animali, tra cui le strane creature del mondo, l'interesse per il mondo del paranormale, ufo, alieni e varie curiosità Erika ha arricchito il sito con questi temi. Erika ha scritto un ebook nel 2005 sul chupacabra: chupacabra creatura mitologica o reale? La mia email è erikadik@tiscali.it
Articles
Articoli correlati
ChupacabraTeorie e Relazioni

Alieni o chupacabra mutilano animali in Argentina?

3 Min. lettura
Alieni o chupacabra mutilano animali in Argentina? 25/08/2021 Sono stati rinvenuti in Argentina nel mese di agosto 2021 numerosi animali mutilati come capre,cavalli, maiali, mucche e pecore.
ChupacabraStrane creature terrestri

Mistero chupacabra o lupo mannaro in Messico?

2 Min. lettura
Mistero un chupacabra o un lupo mannaro ha attaccato e ucciso bestiame in Messico? Giovedì 26 agosto 2021.
ChupacabraStrane creature terrestri

Reportage riguardo la leggenda del drago di Alvignanello

1 Min. lettura
Un anticipazione sul reportage di Angelo Mormile sul Drago di Alvignanello con trailer all’interno.