CuriositàI Misteri

La vera origine dei Puffi

4 Min. lettura

La vera origine dei Puffi

I Puffi ( The Smurfs o Les Schtroumpfs) sono dei personaggi prodotti da un fumettista belga di nome Peyo nel 1958. Questi personaggi sono rappresentati da piccoli esserini ominidi con la pelle blu, piccola coda, vestiti con pantaloni e cappello bianco e sono diventati famosi in seguito alla produzione di cartoni animati con loro come protagonisti a partire dal 1959. I Puffi sono inseguiti, perseguitati da un ambiguo e crudele personaggio noto come Gargamella accompagnato da un gatto di nome Birba. I componenti del popolo dei Puffi sono ognuno ben distinto con caratteristiche ben definite e vivono in un villaggio all’interno di funghi velenosi che si chiama Puffolandia.

Vi sono ad esempio Puffo Tontolone, Puffo Inventore, Puffo Dormiglion, Puffo Forzuto. Tutti i Puffi subiscono lo stesso trattamento nella società, non vi è differenza tra un Puffo Inventore come un ingegnere, Puffo Vanitoso e un Puffo Tontolone. I Puffi si nutrono esclusivamente di Puff-bacche.

Il sogno di Gargamella

Gargamella, lo stregone cattivo, secondo la leggenda sarebbe anche la persona che li sogna mentre si trova in coma in seguito ad un incidente. Secondo la leggenda l’ultima puntata dei Puffi, mai andata in onda, mostrerebbe che il mondo dei Puffi non sarebbe altro che un sogno di Gargamella. Al suo risveglio dal coma Gargamella comprende che i Puffi sono tutta una sua invenzione. Questo personaggio odia i Puffi, ma è anche un po’ comico, e cerca di escogitare sempre nuovi piani per rapirli, ucciderli per mangiarli o trasformali in oro.

Gargamella non riuscirà mai a mangiare i Puffi per un motivo o per un altro falliscono sempre. Gargamella potrebbe essere in realtà un monaco? La sua tunica ricorda molto da vicino queste figure. Secondo un altra teoria i Puffi sarebbero frutto delle allucinazioni di Gargamella nate in seguito all’ingestione di un fungo velenoso dove vivono i Puffi.

La vera origine dei Puffi
Il personaggio di Gargamella dei Puffi.Foto di Christian Dorn da Pixabay

La vera origine dei Puffi

Birba il gatto di Gargamella

Birba è il gatto rossiccio di Gargamella il cui nome in origine era Asrael ovvero Angelo della Morte.

I Puffi e la massoneria

I Puffi sono simboli massonici? Il blu sarebbe il colore di una setta massonica guidata dal Grande Puffo ( vestito di rosso invece che di blu), il puffo che svolge il ruolo di guida nel popolo dei Puffi. Grande Puffo ha poteri magici ed è molto saggio. Mentre Gargamella potrebbe rappresentare la Chiesa che perseguita la setta. Grande Puffo vestito di rosso potrebbe rappresentare il Diavolo?

I Puffi sono creature sempre felici e contente, un simbolismo per rappresentare il comunismo?

I Puffi, Puffetta e la sessualità

Come fanno i Puffi a riprodursi? Sono tutti di sesso maschile, solo un Puffo è di sesso femminile e si chiama Puffetta. Puffetta è stata creata dallo stregone Gargamella con lo scopo di creare confusione tra i Puffi. Inizialmente Puffetta è di aspetto poco attraente, capelli neri e il cuore è stato sostituito da Gargamella da una pietra nera. Grande Puffo grazie alla sua magia trasformerà Puffetta in bionda buone e le regalerà un cuore. Grande Puffo rappresenta il capitalismo? la sua grande barba ricorda quella di Karl Marx, i Puffi sono letteralmente suoi sudditi che dipendono totalmente da lui e lavorano per lui. Puffetta è sempre con Grande Puffo come se fosse di sua proprietà.

Puffetta personaggio femminile dei Puffi. Foto di KiziLm4n da Pixabay

Nel cartone animato, e tantomeno il fumettista Peyo stesso, fa riferimento a come la società dei Puffi possa procreare ma le teorie nel web sono numerose. Sono circa un centinaio i Puffi maschi che vivono a Puffolandia.

I Puffi sono forse omosessuali? Prima dell’arrivo di Puffetta erano tutti di sesso maschile? I Puffi sono ermafroditi, in grado di autoriprodursi? O a turno si accoppiano con Puffetta l’unica femmina del popolo dei Puffi? Oppure si tratta di una serie a fumetti dove non è in realtà così importante conoscere l’aspetto della vita sessuale dei Puffi. Quindi quale sarà la vera origine dei Puffi?

I sette peccati capitali e i Puffi

I Puffi rappresentano i sette peccati o vizi capitali?

  • Puffetta rappresenterebbe la Lussuria.
  • Puffo Golosone rappresenterebbe la Gola.
  • Puffo Quattr’occhi rappresenterebbe l’Avarizia.
  • Puffo Brontolone rappresenterebbe l’Ira.
  • Puffo Pigrone rappresenterebbe l’accidia.
  • Puffo Innamorato invece rappresenterebbe l’Invidia.
  • Puffo Vanitoso rappresenterebbe la Superbia.

La sigla dei Puffi

La sigla dei Puffi per la serie animata per l’Italia cantata da Cristina D’Avena su Youtube del 1981-1982.

Approfondimenti:

Visita la sezione nel sito su Le curiosità nel mondo.

Infine scopri i libri di Erika Di Cuonzo

Scopri il libro gatti magici o demoniaci, Le leggende. Tu quale gatto vorresti? Disponibile su Amazon, Kobo e Google Play

Secondo alcune leggende, il gatto è l’unico animale in grado di tenere testa al Diavolo, inoltre, gli sono attribuiti poteri paranormali che in passato ne hanno quasi causato lo sterminio. Alcune di esse narrano l’esistenza di gatti giganti, forse alieni, dotati di lunghe zanne e caratteristiche paranormali. Dunque, il gatto, potrebbe davvero essere un animale magico, oppure si tratta di un demone? In questo volume sono raccolte alcune tra le più suggestive leggende sui gatti.

Buona lettura

Di seguito il book trailer del libro sul canale YouTube di Chupacabramania,com:

Scopri il libro “Le strane creature e i misteri in Italia e nel mondo” di Erika Di Cuonzo

Le strane creature e i misteri in Italia e nel mondo. (I misteri e le strane creature nel mondo e tanto altro) eBook : Di Cuonzo, Erika : Amazon.it: Libri

Di seguito il book trailer del libro sul canale YouTube di ChupaCabraMania.com

759 articoli

About author
Il sito web che gestisce Di Cuonzo Erika si chiama ChupaCabraMania è un sito in cui ella raccoglie informazioni principalmente sul mostro sudamericano Chupacabra ed è stato creato per gioco nel 2006. Data la sua passione per il gli animali, tra cui le strane creature del mondo, l'interesse per il mondo del paranormale, ufo, alieni e varie curiosità Erika ha arricchito il sito con questi temi. Erika ha scritto un ebook nel 2005 sul chupacabra: chupacabra creatura mitologica o reale? La mia email è erikadik@tiscali.it
Articles
Articoli correlati
I MisteriIl Mondo del ParanormaleParanormale

Il fantasma Carlina del Duomo di Milano

2 Min. lettura
Il fantasma di Carlina nel Duomo di Milano. Questa entità o fantasma appare spesso nelle foto di chi si sposa al Duomo di Milano.
CuriositàI luoghi misteriosi e le scoperte più strane nel mondo

La leggenda della Torre degli Asinelli a Bologna

2 Min. lettura
La leggenda della Torre degli Asinelli a Bologna.
I luoghi misteriosi e le scoperte più strane nel mondoI MisteriIl Mondo del ParanormaleParanormale

La bambina fantasma di Villa Clara

2 Min. lettura
La bambina fantasma di Villa Clara. La leggenda narra che lo spettro de la bambina murata viva dal padre nella villa si mostri ai visitatori.