CuriositàI luoghi misteriosi e le scoperte più strane nel mondo

Le dita dell’uomo morto fungo inquietante.

1 Min. lettura

Le dita dell’uomo morto, fungo inquietante lo “xylaria polymorpha”

Il fungo denominato “xylaria polymorpha” è un fungo chiamato anche “Le dita dell’uomo morto”.

Questo fungo fa parte della famiglia delle Xylariaceae ed è un saprofita, ovvero si nutre di materia organica morta o in decomposizione. Si tratta di un fungo lungo da 2 ad 8 centimetri ed alto 2 o 3 centimetri e generalmente sono più individui che si riuniscono in gruppo.

L’aspetto macabro che ha questo fungo gli ha attribuito il nome per l’appunto “le dita dell’uomo morto”.

E’ possibile trovare questo fungo nel periodo estivo ed autunnale. Il fungo prospera nei boschi di latifoglie ( si tratta di piante, alberi, arbusti, erbacee o legnose caratterizzate da foglie larghe).

Infatti è possibile trovare questo fungo a forma di mano, nera, con le estremità più chiare, che sembrano per l’appunto unghie nei pressi di ceppi degli alberi, soprattuto marcescenti.

Oppure è possibile trovarlo all’interno di tronchi e dà proprio l’impressione che si tratti della mano di una persona defunta da tempo. Nel web non è raro assistere alla diffusione di immagini con questo fungo che infatti sembra la mano di un defunto e non è raro veder fioccare ipotesi di vario tipo.

Le dita dell’uomo morto fungo inquietante.

Le dita dell'uomo morto fungo
Immagine illustrativa di Rocky Houghtby da Flicks su licenza creative commons

Questa tipolgia di fungo non è adatta al consumo umano, non è quindi commestibile.

Il fungo “xylaria polymorpha” è presente anche nel territorio italiano nei boschi di latifoglie.

In un noto social network un ragazzo appassionato di funghi ha inserito una foto della “xylaria polymorpha”. In questa foto sembra trattarsi realmente di una mano violacea con unghie in decomposizione sbucare da sotto un tronco.

Curiosità:

Alcuni utenti di internet hanno messo in dubbio la veridicità della foto, anche se il proprietario dell’immagine ha assicurato che le foto sono reali.

Approfondimenti:

Visita la sezione del sito sulle Curiosità del sito.

478 articoli

About author
Il sito web che gestisce Di Cuonzo Erika si chiama ChupaCabraMania è un sito in cui ella raccoglie informazioni principalmente sul mostro sudamericano Chupacabra ed è stato creato per gioco nel 2006. Data la sua passione per il gli animali, tra cui le strane creature del mondo, l'interesse per il mondo del paranormale, ufo, alieni e varie curiosità Erika ha arricchito il sito con questi temi. Erika ha scritto un ebook nel 2005 sul chupacabra: chupacabra creatura mitologica o reale? La mia email è erikadik@tiscali.it
Articles
Articoli correlati
CuriositàParanormale

La leggenda delle cascate del Bucamante, Modena

2 Min. lettura
La leggenda delle cascate del Bucamante, Modena. La tragica storia d’amore tra Titino e Odina e le cascate del Bucamante nell’appennino modenese a Serramazzoni, Modena.
CuriositàI Misteri

La teoria dei gatti alieni che spiano l'uomo

2 Min. lettura
La teoria dei gatti alieni che spiano l’uomo. Una delle teorie cospirazioniste più curiose è quella che i gatti siano in realtà forme di vita aliene con il compito di spiare la vita dell’uomo.
I luoghi misteriosi e le scoperte più strane nel mondoParanormale

La casa dalle cento finestre a Modena

2 Min. lettura
La casa dalle cento finestre a Modena. In Italia in Emilia Romagna a Modena vi è una leggenda molto nota su una villa nel modenese