Curiosità

La drammatica storia del Titanic affondata nel 1912

6 Min. lettura

La drammatica storia del Titanic affondata nel 1912

La drammatica storia del Titanic
Rappresentazione del Titanic. Foto di axonia da Pixabay 

Il Titanic è una nave che in seguito ad una collisione con un iceberg il 14 aprile 1922 è diventato tristemente noto anche per l’elevato numero delle vittime: 1522 persone tra equipaggio e passeggeri.

Questo avvenimento è diventato un evento storico. L’incidente è avvenuto nel tragitto tra Southampton e New York. Il Titanic poteva trasportare un numero massimo di 3547 persone.

La drammatica storia del Titanic affondata nel 1912

Inghilterra.

Il Titanic era un transatlantico dell’azienda White Star Line ed era stato progettato dal presidente del colosso dell’industria navale Harland and Wolff William Pirrie e Thomas Andrews. Questa nave era stata progettata per creare una comoda e sicura via di collegamento tra il porto Southampton in Inghilterra e gli Usa. Con la creazione del Titanic vi era anche il tentativo di fare concorrenza a un’altra compagnia navale la Cunard Line. La compagnia Cunard Line possedeva due transatlantici noti come Lusitania e  Mauretania a cui il Titanic faceva concorrenza.

Il Titanic, della compagnia White Star Line, salpò il 10 aprile 1912 alle 23.40 con 2227 persone a bordo in occasione del suo primo viaggio, la sua inaugurazione. Quel giorno al comando della nave vi era il capitano Edward John Smith in procinto ad usufruire della pensione. Probabilmente il capitano Edward John Smith non diede peso alle comunicazioni che lo avvertivano tramite i telegrafisti della possibile presenza di iceberg nel suo percorso. Si ipotizza che il capitano del Titanic fosse troppo sicuro di sè e della sicurezza della nave considerata indistruttibile e inaffondabile.

La struttura della nave Titanic.

La drammatica storia del Titanic
Il Titanic in partenza da Southampton. See page for author, Public domain, via Wikimedia Commons

La nave era strutturata a piani suddivisi per classi di reddito e non tutti i passeggeri hanno vissuto l’impatto con l’iceberg con la stessa intensità. Alcune delle vittime sono morte per annegamento in mare aperto dopo essersi gettati dalla nave o nelle cabine interne. Mentre altre vittime invece sono decedute per compressione sempre nelle cabine interne della nave.

I lavori utili per costruzione di questo imponente transatlantico a vapore lungo 269 metri e largo 28 ebbero inizio il 31 marzo 1909 e terminarono il 31 marzo 1912. Ben 29 caldaie funzionanti a carbone alimentavano l’imponente nave utilizzando tonnellate di carbone ad ogni movimento. La velocità massima che poteva raggiungere il Titanic era di 43 km orari ovvero 23 nodi.

La drammatica storia del Titanic affondata nel 1912

Il Titanic era una nave di dimensioni notevoli. Nel progetto che riguardava la sicurezza in caso di incidente in mare aperto non erano state posizionate un numero sufficiente di scialuppe di salvataggio.

Questo grave errore di calcolo, forse causato dalla certezza che il Titanic fosse una nave indistruttibilee inaffondabile, fu la causa della morte di oltre 1500 persone e causa indiretta delle scelte del capitano Smith. Infatti al momento dell’impatto con l’iceberg lo stesso capitano Edward John Smith si trovò obbligato ad effettuare una drammatica scelta. Le scialuppe di salvataggio erano 20 e la loro portata era di sole 1178 persone e solo il capitano era a conoscenza di questo particolare.

Il capitano si vide obbligato ad imbarcare sulle scialuppe bambini, donne e infine gli uomini. Ma per via della suddivisione in classi sociali, molto sentita all’epoca, le scialuppe non furono riempite completamente, alcune a metà capienza, per non “mischiare” le persone appartenenti a ceti sociali diversi. Per questo motivo le vittime furono comunque superiori rispetto ai posti disponibili nelle scialuppe.

Lo scontro con l’iceberg

La nave alle 2:20 del 15 aprile 1912 cessò di esistere con la vita di tutte le vittime della tragedia dovuta ad un iceberg che aveva squarciato la fiancata della nave. Probabilmente si trattava di più di uno squarcio non di uno solo uno molto grande come fu ipotizzato nell’immediato in seguito all’incidente. Alcuni corpi delle vittime del Titanic sono stati rilasciati in mare dopo il riconoscimento ma altri non sono stati mai identificati.
Dopo il naufragio le circa 700 persone sopravvissute furono salvate dalla nave inglese Carpathia. La nave è giunta sul luogo dell’incidente un ora e mezza dopo.

Vi è un cimitero dedicato alla tragedia in cui sono sepolte la maggior parte delle vittime.

La drammatica storia del Titanic affondata nel 1912

Le classi, le cabine e i biglietti del Titanic

La drammatica storia del Titanic
Cabina prima classe. Robert Welch, Public domain, via Wikimedia Commons

Le classi sul Titanic erano tre e si distinguevano per il prezzo del biglietto, quello in prima classe era il più costoso. Il Titanic trasportava persone di molte nazionalità differenti tra cui italiani.

Esistono archivi con i nominativi delle vittime conosciuti con relativa provenienza e nazionalità. Sono presenti online e vi sono raccolti i nomi delle persone decedute e la loro nazionalità.

Un caso noto è la rinuncia all’imbarco di Guglielmo Marconi vincitore di un premio Nobel.

La lista dei passeggeri del Titanic la potete trovare qui: Enciclopedia titanica.

La drammatica storia del Titanic affondata nel 1912

Biglietto del Titanic Foto di Lubomír Kasl da Pixabay 

Un biglietto sul Titanic in prima classe costava fino a 870 sterline, ovvero 87.000 mila euro. Infatti si dice che il Titanic trasportasse persone illustri tra cui attori cinematografici, banchieri, politici, aristocratici, medici e persone molto ricche. Queste illustri figure spesso erano accompagnate nel viaggio dalla loro servitù e animali domestici.

In seconda classe vi erano persone classificate come ceto medio come insegnanti, preti, uomini borghesi e studiosi. In questa classe soggiornava la complessa orchestra del Titanic. I biglietti costavano dalle 13,10 sterline dell’epoca ovvero 1.310 euro. Erano ottimi i servizi di cui poteva usufruire la seconda classe tra cui la sala fumatori e la biblioteca.

In terza classe vi erano persone immigrate da paesi come ad esempio Irlanda, Siria e Svezia. Si trattava di persone alla ricerca di una vita migliore e di un lavoro in Canada o negli Stati Uniti. Un biglietto in terza classe costava circa 3 sterline, 300 euro fino ad un massimo prezzo di 7.15 sterline, 715 euro.

Le cabine e i servizi del Titanic

Passeggiata sul ponte della prima classe. Unknown authorUnknown author, Public domain, via Wikimedia Commons

I prezzi delle cabine, 34 in totale, erano molto variabili in base a dove erano posizionate e ai servizi richiesti. Le cabine erano arredate come dei mini appartamenti moderni.

Nei servizi sulla nave era disponibile una palestra, piscina coperta, campo da squash. ristorante, bar, sala fumatori, due ponti uno coperto e uno scoperto e bagno turco. L’utilizzo dei servizi dipendeva dalla tipologia di biglietto acquistato. Per i bambini erano organizzati tornei di quoits o a shuffleboard, giochi molto in voga in quell’epoca simili al gioco delle bocce.

La drammatica storia del Titanic affondata nel 1912.

I cani sul Titanic

I cani imbarcati sul Titanic sono di un numero imprecisato da 12 a 30 ed erano trattati molto bene dormivano in cabina con i proprietari o in apposite aree attrezzate con gabbie. Questi animali erano tutti di razza con pedigree e pagavano il prezzo di navigazione di un bambino. Incluso nel biglietto dei cani vi era lo sgambamento da parte del personale del transatlantico ogni mattina.

Guglielmo Marconi e il telegrafo.

La drammatica storia del Titanic
Un telegrafo. Lourdes Cardenal, CC BY-SA 4.0 https://creativecommons.org/licenses/by-sa/4.0, via Wikimedia Commons

Guglielmo Marconi, l’inventore del telegrafo, doveva imbarcarsi sul Titanic ma per una serie di motivi non lo fece e non è stato vittima del disastro. Guglielmo Marconi, premio Nobel di origini italiane, Bologna, scelse un altra nave la Lusitana. Marconi era nato a Bologna il 25 aprile 1874 da padre ricco proprietario terriero e madre di origini irlandesi. Il paese in cui è nato era Sasso, ora il nome del paese è diventato Sasso Marconi in suo onore.

Il bambino Guglielmo con madre straniera e la frequentazione della scuola in casa con insegnanti privati, scelta dei genitori, lo fece risultare un bambino strano ed era evitato dai suoi coetanei. Il solitario Guglielmo, che non parlava correttamente italiano, passava le sue giornate ad interessarsi di fisica e soprattutto di elettromagnetismo facendo anche strani esperimenti di chimica.

Tuttavia la madre di Guglielmo assecondava questa passione per lo studio. Nella loro villa, nota come Villa Griffone a Sasso Marconi, sua madre trasformò l’ultimo piano in una sorta di laboratorio per il figlio.

Marconi nel corso sua vita si è dedicato allo studio delle “onde di Hertz” con il sostegno della madre che lo accompagna nel suo perscorso che lo porterà alla scoperta della comunicazione senza fili: il wireless. Marconi vinse il premio Nobel per questa scoperta.

Sul Titanic vi era una stanza dedicata a Marconi dove presero il suo posto due coraggiosi telegrafisti. I due uomini non abbandonarono mai la loro postazione lanciando segnali d’allarme per segnalare l’incidente con il telegrafo.

Conclusioni:

E’ stato possibile ottenere numerose informazioni in merito al Titanic grazie alle numerose immersioni nel sito dove giace la nave. Il relitto giace a 3800 metri di profondità nell’Oceano Atlantico nei pressi di Terranova (Canada).

In seguito il trailer del film sul Titanic realizzato da James Cameron campione d’incassi e con numerosi premi Oscar.

Curiosità:

23 maggio 1998.

Titanic il film è stato premiato alla cerimonia di premiazione degli Oscar con 11 statuette su 14 nominations. L’edizione della premiazione è stata la numero 70.

Nel corso degli anni sono stati creati numerosi trailer, falsi, ma realizzati molto bene sul film Titanic 2. Perchè la speranza della produzione di un secondo film sul Titanic dei fan resta molto viva.

Di seguito il trailer fake divenuto virale.

I trailer sono stati realizzati con spezzoni di film dove hanno recitato i due attori principali del film Titanic:

Leonardo DiCaprio e Kate Winslet.

Di seguito un ulteriore trailer doppiato in italiano.

Il film Titanic è stato accompagnato dalla bellissima canzone My Heart Will Go On di Celine Dion. Questa colonna sonora ha lasciato una firma indelebile nel film e nei ricordi degli spettatori del film nel 1997.

Approfondimenti:

Infine visita la sezione del sito sulle Curiosità in Italia e nel mondo.

662 articoli

About author
Il sito web che gestisce Di Cuonzo Erika si chiama ChupaCabraMania è un sito in cui ella raccoglie informazioni principalmente sul mostro sudamericano Chupacabra ed è stato creato per gioco nel 2006. Data la sua passione per il gli animali, tra cui le strane creature del mondo, l'interesse per il mondo del paranormale, ufo, alieni e varie curiosità Erika ha arricchito il sito con questi temi. Erika ha scritto un ebook nel 2005 sul chupacabra: chupacabra creatura mitologica o reale? La mia email è erikadik@tiscali.it
Articles
Articoli correlati
CuriositàTutto sul mondo animale

I gatti soffocano i neonati nel sonno? Veramente?

2 Min. lettura
I gatti soffocano i neonati nel sonno rubando loro il sonno? Veramente? Mito o leggenda?
CuriositàI Misteri

Ibernati da vivi? Si tratta di realtà o fantascienza?

4 Min. lettura
Ibernati da vivi? E’ possibile? Si tratta di realtà o fantascienza?
CuriositàTutto sul mondo animale

Arnold Pointer e Cindy lo squalo, un'amicizia insolita

2 Min. lettura
Arnold Pointer e Cindy lo squalo, un’amicizia insolita Arnold è un pescatore australiano che interagisce con una femmina di squalo bianco, salvata da una rete di pescatori che grugnisce, agita le pinne e si fa accarezzare in mare aperto.